MUSICA SPETTACOLO TRADIZIONI

16/17 settembre: Petrus Fest a Mottola: una due giorni tra arte, cultura e tradizioni

REDAZIONE
Scritto da REDAZIONE

PETRUS FEST (da pietra e da Petruscio, villaggio rupestre) è un progetto multidisciplinare che intende sostenere esperienze artistiche, culturali e musicali nei luoghi della pietra, le gravine, i villaggi e le chiese rupestri, le masserie, i centri storici.

È un invito a vivere lentamente la terra delle gravine con escursioni, degustazioni, concerti, rappresentazioni teatrali, a perdersi e a ritrovarsi in luoghi dalla bellezza mozzafiato, nella terra delle gravine, tra Mottola e Palagianello.

Il primo evento del Petrus Fest è una due giorni tra musica, storia e natura.

Ad aprire le danze, sabato 16 Settembre, è il cantautore salentino Mino De Santis, artista fuori dagli schemi, canta la Puglia, la sua anima contadina, le sue tradizioni.

Definito il Bodini della poesia e il De André della musica (cit. A. Peluso), De Santis canta l’amore che un tempo nasceva sotto una pianta di cappero “sotta lu chiappuru”; canta le “fiche cu le mendule”, (i fichi con le mandorle), beffeggia coloro che esaltano l’apparenza, privilegiano la falsità, frequentano salotti perbenisti, i cosiddetti “radical chic” per poi andare in giro con le “pezze a’nculu”, in condizioni di miseria o la “pizzoca e la sbergugnata” ossia la signora che frequenta la chiesa, devota e la ragazza che invece è disinvolta, non bada all’apparenza, dà adito a pettegolezzi del paese, per sapere poi che entrambe sono simili, soltanto che la prima si nasconde dietro la maschera dell’ipocrisia.

La location scelta per quest’evento è “le scale del Tintore”, bretella di collegamento tra il vecchio e il nuovo, tra il centro storico e i quartieri moderni degli anni ’60.

“La nostra musica nasce dalla sofferenza, dalla fatica, dalla lotta e dalle rivendicazioni contadine, e credo che non ci sia errore più grande che decontestualizzare la canzone popolare, proporla con leggerezza nelle sagre di paese piuttosto che in una festa patronale tra un piatto di pezzetti e un bicchiere di vino, senza ricordare ne spiegare specialmente alle nuove generazioni cosa c’è dietro quelle canzoni”.

Durante la serata sarà allestita una mostra fotografica a cura di Giuseppe Palmiotto, saranno presenti stand di degustazione e mercatini dell’artigianato.

Mentre domenica 17 Settembre tutti “A spasso nel Medioevo”, una ciclopasseggiata da Palagianello a Mottola lungo antichi tracciati medievali da percorrere lentamente in bicicletta fino alla chiesa rupestre di San Nicola. In un crescendo di scoperte la chiesa, definita la Cappella Sistina della civiltà rupestre, ci accoglierà con il coro “Harmonici concentus” e un indimenticabile concerto gregoriano.

L’evento è organizzato dall’associazione culturale Terre Nostre in collaborazione con Labum – Laboratorio Urbano Mottola, Libriamoci, Portulani di Palagianello, Pufa Editore e Shouzz media partner con il contributo del Comune di Mottola – Assessorato alla Cultura, Turismo e Sport. Sponsor della serata Easy spaghetteria.

Informazioni: Infopoint Mottola, viale Jonio-incrocio via Lucania tel. 0998867640




Partecipa alla realizzazione di TEATROMINIMO - 28 posti in 28 metri quadri - per
CABARET | PROSA | MUSICA | MOSTRE | VIDEOCONFERENZE | WORKSHOP
Dona almeno 20 euro per assicurarti la tessera socio e 3 biglietti omaggio!
Grazie al tuo contributo, a Taranto sta per nascere un nuovo spazio culturale a disposizione di artisti ed appassionati.
Clicca qui: www.paypal.me/teatrominimo/
Per ulteriori informazioni: www.facebook.com/teatrominimotaranto.
Grazie.



Comments

comments

Bio

REDAZIONE

REDAZIONE