MUSICA SPETTACOLO

Schiaccianoci Swing: domenica 10 dicembre al TaTÀ di Taranto

MATTEO SCHINAIA
Scritto da MATTEO SCHINAIA

I confini (labili) tra sogno e realtà. Per “favole&TAmburi”, la rassegna del Crest per tutta la famiglia, domenica 10 dicembre, alle ore 18 al TaTÀ di Taranto, in via Deledda ai Tamburi, va in scena “Schiaccianoci Swing”, liberamente ispirato a Hoffmann e a Tchaikovsky e al mondo dello “Schiaccianoci”, scene luci e regia Cosimo Severo, arrangiamento musicale da Tchaikovsky e brani musicali Fabio Trimigno,  con Alessandra Ardito (batteria e fisarmonica), Celestino Telera (chitarra elettrica), Michele Telera (contrabbasso e percussioni), Fabio Trimigno (violino), Luca Pompilio, produzione Bottega degli Apocrifi (Manfredonia, FG).  Biglietto unico 6 euro. Dalle ore 17, lo staff dello Junior TaTÀ sarà ad attendere il giovane pubblico, coinvolgendolo, gratuitamente, in “Aspettando… gioco”, una qualificata animazione ludica. Info: 099.4725780 (int. 1) – 366.3473430.
Ci sono quelle domande che ti porti dietro da sempre. Come marcia un esercito di topi? Come si entra in un mondo magico? Come se ne esce? Come faccio a sapere quando un sogno è davvero finito? A queste domande lo spettacolo della Bottega degli Apocrifi risponde con la musica, con un concerto teatrale.
La fiaba di E.T.A. Hoffmann “Schiaccianoci e il re dei topi”, fortemente incentrata sull’impossibilità di distinguere in modo netto tra sogno e realtà, si trasforma in un’opera musicale dedicata ai più piccoli e viene custodita da musicisti/giocattolo capaci di credere ai sogni fino a farli diventare veri. Un gioco musicale che nasce fondendo i generi, rileggendo in chiave swing i brani più famosi del balletto “Lo Schiaccianoci” di Pyotr Ilyich Tchaikovsky, dondolando tra il jazz e il blues, saltellando dallo stile classico al bluegrass, dallo swing alla musica folk, dal valzer alle improvvisazioni.
Unico vincolo è la coordinata del tempo. Il tempo guida il succedersi dei brani e i musicisti/giocattolo in scena come se fossero parte di un grande carillon. È il ticchettio dell’orologio che segna la mezzanotte con dodici rintocchi, l’ora in cui si comincia a suonare.

Bottega degli Apocrifi
Nasce nel 2001 a Bologna, dall’incontro delle storie e delle professionalità del regista Cosimo Severo, della drammaturga Stefania Marrone, del violinista/compositore Fabio Trimigno. Con l’obiettivo politico di “coltivare il deserto”, nel 2004 si trasferisce a Manfredonia, operando una ricerca sulla narrazione teatrale, sull’esplorazione del corpo/attore, sulla nuova drammaturgia e sulla drammaturgia musicale. Nel 2010 si avvicina al Teatro Ragazzi, immaginando i più giovani – di cui fa quotidiana esperienza nei laboratori – come pubblico, e vince con lo spettacolo “Nel bosco addormentato” il premio Eolo Awards come migliore novità 2011, il premio Rosa d’oro 2010 del Festival internazionale di teatro ragazzi di Padova e il premio L’uccellino azzurro 2011 del festival “Ti Fiabo e ti Racconto” di Molfetta.




Partecipa alla realizzazione di TEATROMINIMO - 28 posti in 28 metri quadri - per
CABARET | PROSA | MUSICA | MOSTRE | VIDEOCONFERENZE | WORKSHOP
Dona almeno 20 euro per assicurarti la tessera socio e 3 biglietti omaggio!
Grazie al tuo contributo, a Taranto sta per nascere un nuovo spazio culturale a disposizione di artisti ed appassionati.
Clicca qui: www.paypal.me/teatrominimo/
Per ulteriori informazioni: www.facebook.com/teatrominimotaranto.
Grazie.



Comments

comments

Bio

MATTEO SCHINAIA

MATTEO SCHINAIA

Direttore responsabile di TarantoEventi.it, informa su TuttoSportTaranto.com dal 2009. Dottore in Scienze della Comunicazione, con un master come Addetto Ufficio Stampa. Giornalista pubblicista, scrittore, autore e presentatore televisivo. Nel 2013 è stato premiato come miglior presentatore tv nel "The best of" di All Sport Magazine e nel 2015 insignito del Premio Atleta di Taranto "come riconoscimento per l'ottimo servizio giornalistico reso agli sport cittadini".

Commenta!