MUSICA SPETTACOLO

Sanremo 2018 : Baglioni porta in alto la musica italiana. Un terzo atto ricco di risate, emozioni e tanta buona musica 

REDAZIONE
Scritto da REDAZIONE

di Rossella Drivio

E il festival che celebra la canzone italiana in assoluto, Baglioni finalmente solo sul palco  riscalda la platea con uno dei suoi grandi successi, “Via”, il pubblico è tutto per lui.
La serata riprende con l’esibizione di quattro nuove proposte: parte Mudimbi che si classifica provvisoriamente primo, seguito poi da Ultimo, Eva e Leonardo che si posiziona al quarto posto, inizia poi la gara per i 10 big che non si sono esibiti nella seconda puntata, ritornano Ermal Metal e Fabrizio Moro.
Baglioni dimostra di aver fatto le scelte giuste con un Favino che oltre  a dar prova delle sue doti canore  svela la sua vena comica in uno sketch divertente tutto in inglese durante il quale  imita Steve Jobs insieme alla simpatica partecipazione del robot BagliONE che si incanta su Porta Portese.
Michelle viene coinvolta in un flashmob da un gruppo di signore che irrompono sul palco e cantano canzoni dedicate alle donne per ricordare sia alle donne che agli uomini quanto sia importante e fondamentale la battaglia contro la violenza, un momento davvero toccante.
Dalla commozione al riso, a sorpresa Virginia Raffaele sale sul palco e  prende in giro Baglioni sullla sua “anzianita”ma il direttore artisctico non le manda a dire  e imita la Raffaeli chd imita Belen, talento e professionalità  si uniscono alle eccellenti dote canore della ormai veterana del Festival che insieme a Baglioni canta “Canto anche se sono stonato” omaggio al grande Lello Lutazzi.
Una serata ricca di ospiti: sul palco arriva James Taylor che omaggia la canzone italiana nella sua rivisitazione di “ la donna immobile” poi duetta con Giorgia sulle note di You’ve got a friend, standing ovation per Gino Paoli e Baglioni che accarezzano dolcemente il pubblico sulle note di “Questa lunga storia d’amore”.
In chiusura la classifica parziale della stampa: zona rossa per Mario Biondi, Roby Facchinetti e Riccardo Fogli, Giovanni Caccamo e Noemi, zona gialla per The Kolors, Barbarossa, Avitabile Peppe Servillo, piu tranquilli nella zona alta Ermal Meta e Fabrizio Moro, Max Gazzè e Lo Stato Sociale.




Partecipa alla realizzazione di TEATROMINIMO - 28 posti in 28 metri quadri - per
CABARET | PROSA | MUSICA | MOSTRE | VIDEOCONFERENZE | WORKSHOP
Dona almeno 20 euro per assicurarti la tessera socio e 3 biglietti omaggio!
Grazie al tuo contributo, a Taranto sta per nascere un nuovo spazio culturale a disposizione di artisti ed appassionati.
Clicca qui: www.paypal.me/teatrominimo/
Per ulteriori informazioni: www.facebook.com/teatrominimo28.
Grazie.



Comments

comments

Bio

REDAZIONE

REDAZIONE

Commenta!