Brad Pitt ha depositato una dichiarazione legale affermando di aver venduto un’azienda vinicola per “ritorsione” durante la battaglia per la custodia di Angelina Jolie.



Cnn

Brad Pitt non si tira indietro dalla sua battaglia legale contro l’ex moglie Angelina Jolie.

Nei nuovi documenti legali depositati giovedì dagli avvocati di Pitt e ottenuti dalla CNN, l’attore Jolie ha definito la sua quota di Chateau Miraval nel 2021 “ritorsione” dopo una “sentenza di custodia avversa”.

“La sua decisione di interrompere i negoziati con Pitt è stata deliberata e pretestuosa”, affermano i documenti. “Come dimostrato al processo, le azioni di Jolie sono state illegali, hanno danneggiato gravemente e intenzionalmente Pitt e si sono ingiustamente arricchite”.

La CNN ha contattato il rappresentante di Jolie per un commento.

Jolie ha chiesto il divorzio da Pitt nel 2016. Sono stati dichiarati legalmente single nel 2019, ma il loro divorzio e l’affidamento condiviso per i loro figli minorenni devono ancora essere finalizzati.

Jolie ha venduto la sua partecipazione in Miraval nell’ottobre 2021 a Tenute Del Manto, una sussidiaria del Gruppo Stoli controllata dall’oligarca russo Yuri Scheffler.

Pitt ha intentato la causa per primo Ha definito la vendita del 2022 “illegale” perché entrambi gli uomini hanno concordato quando hanno acquistato Chateau Miraval che non l’avrebbero venduto senza il consenso dell’altro.

Jolie ha intentato una causa contro, dicendo che non c’era un accordo del genere e che ha venduto parte dell’azienda vinicola per ottenere “l’indipendenza finanziaria” da Pitt e “una sorta di pace e chiusura a questo capitolo profondamente doloroso e traumatico”. Lei e la vita dei loro figli.

L’ex coppia ha acquistato la tenuta di campagna e la cantina nel sud della Francia nel 2008.

READ  Il fondatore di Celsius, Alex Mashinsky, è stato arrestato e accusato di frode

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *