Capitano condannato a 4 anni di carcere per l’incendio di una barca da sub che ha ucciso 34 persone: NPR

Il capitano del Concepcion Jerry Boylan esce giovedì dal tribunale federale di Los Angeles.

Richard Vogel/AP


Nascondi titolo

Cambia il titolo

Richard Vogel/AP


Il capitano del Concepcion Jerry Boylan esce giovedì dal tribunale federale di Los Angeles.

Richard Vogel/AP

LOS ANGELES – Un giudice federale di Los Angeles giovedì ha condannato il capitano di una barca per immersioni subacquee a quattro anni di prigione e tre anni di rilascio controllato per negligenza criminale in un incendio che ha ucciso 34 persone a bordo.

L’incendio del 2 settembre 2019 è stato il peggior disastro marittimo nella storia recente degli Stati Uniti e ha portato a cambiamenti nelle normative marittime, alla riforma del Congresso e a numerose cause legali in corso.

Il capitano Jerry Boylan è stato giudicato colpevole l’anno scorso di un’accusa di cattiva condotta o negligenza nei confronti di un ufficiale della nave. L’accusa era uno statuto pre-guerra civile, colloquialmente noto come massacro dei marinai, progettato per ritenere i capitani e gli equipaggi dei battelli a vapore responsabili dei disastri marittimi.

I familiari hanno supplicato il giudice distrettuale americano George Wu di concedere a Boylan la pena massima di 10 anni di carcere in un processo emotivo. Molti piansero e Robert Kurtz, padre dell’unico marinaio ucciso, Alexandra Kurtz, portò Boylan e un piccolo contenitore sul leggio per rivolgersi alla corte.

“Questo è quello che ho per mia figlia”, ha detto.

Yadira Alvarez era la madre della sedicenne Berenice Felipe, che faceva volontariato in un rifugio per animali e sognava di diventare una biologa marina, ed era la più giovane delle 34 persone uccise sulla barca.

READ  Eric Carmen, cantante di "All By Myself" e "Hungry Eyes", è morto all'età di 74 anni

“Non è una vittima. È responsabile del fatto che mia figlia non sia qui”, singhiozzava Alvarez in tribunale. “Riesci a immaginare il mio dolore?”

La Conception era ancorata al largo dell’isola di Santa Cruz, 25 miglia (40 chilometri) a sud di Santa Barbara, quando prese fuoco all’alba dell’ultimo giorno di una crociera di tre giorni e affondò a 100 piedi (30 metri) dalla riva.

Trentatré passeggeri e un membro dell’equipaggio morirono intrappolati in una cuccetta sottocoperta. Tra i morti Techhand, ha ottenuto il lavoro dei suoi sogni; Uno scienziato ambientale che ha condotto ricerche in Antartide; Coppia che dondola un globo; scienziato dei dati di Singapore; e una famiglia composta da tre sorelle, il padre e sua moglie.

Boylan fu il primo ad abbandonare la nave e ad abbandonare la nave. Tutti e quattro i membri dell’equipaggio che erano con lui sono sopravvissuti.

Durante l’udienza, l’avvocato di Boylan ha letto ad alta voce una dichiarazione in tribunale in cui ha espresso le sue condoglianze e ha affermato di aver pianto ogni giorno dopo l’incendio.

“Vorrei che tutti fossero riportati a casa sani e salvi”, si legge nella dichiarazione. “Mi dispiace tanto.”

Nel determinare la sentenza, Wu ha affermato di aver preso in considerazione l’età, la salute, la probabilità di recidiva di Boylan e la necessità di deterrenza e punizione.

Ha detto che anche se il comportamento di Boylan fosse stato sconsiderato, le linee guida della sentenza non giustificavano una condanna a 10 anni.

“Questa non era una situazione in cui l’imputato intendeva fare qualcosa di nefasto”, ha detto Wu.

La difesa ha chiesto al giudice di condannare Boylan a cinque anni di libertà vigilata e tre anni di arresti domiciliari.

READ  Fonti - I Suns licenziano l'allenatore Monty Williams dopo 4 stagioni

L’appello di Boylan è in corso.

Hank Garcia, il cui figlio Daniel era tra le vittime, ha detto che non è uno che cerca vendetta, ma lui e gli altri membri della famiglia non vogliono che qualcosa del genere accada di nuovo.

“Siamo tutti condannati all’ergastolo”, ha detto alla corte. “Stiamo vivendo una condanna a vita senza le persone che amiamo.”

Il procuratore americano Martin Estrada ha dichiarato in una dichiarazione: “La sentenza di oggi non può guarire completamente le loro ferite, e speriamo che i nostri sforzi per consegnare questo imputato alla giustizia portino un po’ di guarigione alle famiglie”.

La sentenza di giovedì è stata il passo finale in un caso difficile durato quasi cinque anni e che ha ripetutamente frustrato le famiglie delle vittime.

Nel 2020 un gran giurì ha inizialmente incriminato Boylan per 34 capi di imputazione per l’omicidio di Seaman, il che significa che avrebbe potuto trascorrere un totale di 340 anni dietro le sbarre. Gli avvocati di Boylan hanno sostenuto che le morti erano il risultato di un incidente e non di crimini separati, quindi i pubblici ministeri hanno accusato Boylan di un solo conteggio.

Nel 2022, Wu ha negato le accuse di violazione Impossibile menzionare che Boylan ha agito con grave negligenza. Poi gli avvocati sono stati costretti Vai di nuovo davanti a un gran giurì.

Sebbene la causa esatta dell’incendio a bordo della Concepcion non sia mai stata determinata, l’anno scorso l’accusa e la difesa hanno cercato di attribuire la colpa durante un processo durato 10 giorni.

Il governo ha affermato che Boylan non è riuscito a organizzare la necessaria guardia notturna itinerante e non ha adeguatamente addestrato il suo equipaggio nella lotta agli incendi. In mancanza di una guardia mobile, l’incendio si è diffuso senza essere rilevato nell’imbarcazione di 23 metri.

READ  Un video Neuralink mostra un paziente che utilizza un impianto cerebrale per giocare a scacchi su un laptop

Ma gli avvocati di Boylan hanno cercato di dichiararsi colpevoli Glenn Fritzler, con sua moglie, possiede Truth Aquatics Inc., che gestisce la Conception e altre due barche per immersioni subacquee spesso intorno alle Isole del Canale. Sostenevano che Fritzler fosse responsabile Mancata formazione delle squadre antincendio e altre misure di sicurezza, oltre a creare una cultura marittima lassista nota come “Fritzler Way”, in cui nessun capitano che lavorava per lui montava un orologio.

I Fritzler non parlano pubblicamente della tragedia da un’intervista con una stazione televisiva locale pochi giorni dopo l’incendio. I loro avvocati non hanno mai risposto alle richieste di commento dell’Associated Press.

Con il procedimento penale terminato, l’attenzione si è spostata su diversi casi in corso.

Tre giorni dopo l’incendio, Truth Aquatics ha fatto causa Secondo una disposizione del diritto marittimo pre-guerra civile che consente di limitare la responsabilità al valore dei resti della nave, si tratta di una perdita totale. Manovre legali collaudate nel tempo sono state utilizzate con successo dai proprietari del Titanic e di altre navi, e i Fritzler devono dimostrare di non essere in colpa.

Quella causa è pendente, insieme ad altre intentate dalle famiglie delle vittime contro la Guardia Costiera, sostenendo la negligenza nell’applicazione dei requisiti di roving watch.

Dopo la sentenza di giovedì, Susana Solano, che ha perso le sue tre figlie e il padre sulla barca, ha detto che lei e gli altri membri della famiglia sperano che il giudice ascolti le loro richieste.

“Sono molto deluso”, ha detto. “È semplicemente strabiliante.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *