Eurovision 2024: vince la Svizzera Nemo, l’Inghilterra finisce 18esima

fonte dell’immagine, Corinne Cumming / EBU

didascalia dell’immagine, Nemo è in testa al sondaggio della giuria

  • autore, Marco Selvaggio
  • azione, Reporter musicale a Malmö, Svezia

Il cantante svizzero Nemo ha vinto l’Eurovision Song Contest in Svezia con The Code.

Un ibrido avvincente di opera e hip-hop, ha superato il sondaggio della giuria, aiutando il 24enne a ottenere 591 punti.

Il cantante è il primo artista non binario a vincere l’Eurovision. Opportunamente, hanno scritto la canzone per spiegare come sono venuti a patti con la loro identità.

La Croazia, che era in testa ai sondaggi, è arrivata seconda con l’inno del partito Rim Tim Dagi Tim, mentre l’inglese Ollie Alexander è stato retrocesso al 18° posto su 25.

Il cantante di Years and Years ha ricevuto terribili “punti nulli” dal pubblico, ma è stato salvato dall’ultimo posto dal voto della giuria.

Hanno dato 46 punti alla sua canzone Dizzy.

Nel contesto della guerra in corso tra Israele e Hamas, la competizione di quest’anno è stata oscurata dalle proteste contro la partecipazione di Israele.

Entrando in Israele, la cantante ventenne Eden Golan è arrivata quinta tra applausi e applausi quando si è esibita sul palco di Malmö.

Nel discorso di vittoria sul palco, Nemo ha detto: “Spero che questa competizione mantenga le sue promesse e continui a difendere la pace e la dignità per ogni persona in questo mondo”.

fonte dell’immagine, Corinne Cumming / EBU

didascalia dell’immagine, Eden Golan è stata sorvegliata dalla polizia armata durante i suoi preparativi per l’Eurovision

Eurovision 2024: i primi cinque contendenti

  • Svizzera: Nemo – Il Codice
  • Croazia: Lasagne Baby – Rim Dim Dagi Dim
  • Ucraina: Aliona Aliona e Jerry Hale – Teresa e Maria
  • Francia: Slimane – Amore mio
  • Israele: Eden Golan – Uragano
didascalia dell’immagine, Baby Lasagna è arrivato secondo con la canzone Rim Tim Daggy Tim

Anche altri artisti hanno espresso sentimenti simili.

Bambi Thug, in rappresentanza dell’Irlanda, ha gridato “l’amore vince l’odio” mentre finivano Doomsday Blue; La rivale del Portogallo Iolanda ha detto alla folla: “La pace prevalga”.

Due ex concorrenti, Alessandra Mele e Garija, hanno deciso di non annunciare i punteggi della giuria dei loro paesi; Mele ha citato come fattore la partecipazione di Israele, Käärijä ha detto “non è giusto” (per dare punti).

Tuttavia, il sostegno per la canzone di Golan ha continuato a crescere, posizionandola seconda nel sondaggio pubblico con 323 punti. Il Regno Unito è uno dei 15 paesi ad assegnare un massimo di 12 punti per ogni ventenne.

Concorrente squalificato

In aggiunta al dramma, il concorrente olandese Joost Klein è stato squalificato dalla competizione di sabato dopo essere stato accusato di aver fatto “minacce illegali” a un membro femminile del team di produzione.

Il cantante è stato denunciato alla polizia dopo l’incidente avvenuto giovedì nel backstage. Gli organizzatori hanno successivamente deciso di escluderlo dalla competizione, citando quella che hanno definito una “politica di tolleranza zero per comportamenti inappropriati”.

fonte dell’immagine, Alma Bengtsson / EBU

Altrove, Eurovision Eurovision.

L’artista finlandese Windows95Man si esibiva con i pantaloni abbassati negli anni ’90, mentre i croati Baby Lasagna cantavano di un ragazzo di campagna che vende la sua mucca e si trasferisce in una grande città.

Bambi Tak ha dato una delle esibizioni più memorabili della serata.

L’autodefinita “Goth Kremling Goblin Witch” è apparsa sul palco in un cerchio di candele, ha evocato un demone, poi ha ballato un balletto con esso, urlando a squarciagola.

Un grande successo di pubblico, alla fine si è classificata sesta con 278 punti.

È stato il miglior risultato dell’Irlanda in un quarto di secolo.

fonte dell’immagine, Corinne Cumming / EBU

Padre Anjali

fonte dell’immagine, Corinne Cumming / EBU

didascalia dell’immagine, Nell’intervallo è stato celebrato il cinquantesimo anniversario della vittoria di papà all’Eurovision

La competizione si è svolta in Svezia, esattamente 50 anni dopo che Aba aveva regalato al paese la sua prima vittoria all’Eurovision nel 1974.

Intorno a Malmö circolavano voci secondo cui avrebbero festeggiato il loro anniversario d’oro, anche se la band lo ha negato.

Alla fine sono apparsi solo in un breve video sotto forma dei loro “avatar” dai concerti Virtual Abba Voyage di Londra.

Il quartetto ha ricordato brevemente il successo di Waterloo, interpretato dalle quattro vincitrici dell’Eurovision Charlotte Perelli (1999), Conchita Wurst (2014) e Carola (1992).

Era un po’ lento.

Il frontman dei Blue Sweden, Bjorn Skiffs, ha aperto lo spettacolo con Hooked on a Feeling, la prima canzone svedese a raggiungere il numero uno negli Stati Uniti.

didascalia dell’immagine, Nemo festeggia nel backstage dell’Eurovision Song Contest

Nemo ha cantato un falsetto operistico mentre si teneva in equilibrio precario su un giradischi rotante, affascinando il pubblico con la sua performance elegante e atletica.

La loro canzone, The Code, era un resoconto profondamente personale della loro lotta per accettare la propria identità non binaria.

Nel testo cantavano: “Da qualche parte tra zero e uno / ho visto arrivare il mio regno.”

La vittoria rappresenta un momento enorme per la comunità LGBTQ, che da tempo considera l’Eurovision un rifugio sicuro.

Lorraine, la vincitrice dello scorso anno, sabato ha consegnato il trofeo di cristallo a Nemo, raccontando recentemente alla BBC quanto significasse per lei il sostegno.

“L’Eurovision è una comunità che abbraccia la diversità [and] Diversi modi di essere.

“È un luogo molto accogliente e amorevole. Lo creiamo attraverso la creatività.”

Bambi Thug non binario si precipita da Nemo dopo la vittoria e consegna loro una corona fatta a mano, che indossano per la performance finale.

fonte dell’immagine, Corinne Cumming / EBU

didascalia dell’immagine, La pop star Olly Alexander rappresentava l’Inghilterra ma è stata espulsa dalla classifica

Il Regno Unito ha migliorato la sua performance lo scorso anno, quando May Muller arrivò dall’ultimo al secondo, ma scese nella metà inferiore della classifica.

Il cantante pop star in cima alle classifiche Olly Alexander della band Years and Years si è esibito in una performance spettacolare di uomini poco vestiti che ballavano in una doccia distopica.

Ma la sua voce dal vivo era traballante e ha sofferto rispetto ad artisti più forti provenienti da Francia, Portogallo e Grecia.

Fingendo di abbracciare le telecamere non appena sono stati annunciati i risultati, la star ha riso del suo punteggio zero da parte del pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *