Gli sceneggiatori di Hollywood sono in sciopero dopo l’interruzione delle trattative contrattuali

Gli scrittori di Hollywood sono in sciopero.

Migliaia di sceneggiatori sindacalizzati che affermano di non essere pagati equamente per il loro lavoro sono scesi in sciopero martedì dopo che colloqui ad alto rischio tra una corporazione di alto livello e un’associazione di categoria che rappresenta i principali studi di Hollywood non sono riusciti a evitare il primo grande sciopero in più di 15 anni.

Lo sciopero è entrato in vigore martedì alle 12:01. La Writers Guild of America ha dichiarato più di tre ore dopo che il suo consiglio di amministrazione ha votato all’unanimità per indire lo sciopero.

“Il team di negoziazione della WGA ha avviato il processo con l’intenzione di raggiungere un accordo equo, ma le risposte degli studi sono state del tutto inadeguate data la crisi esistenziale che devono affrontare gli scrittori”, ha affermato il sindacato in una nota.

Lo sciopero interromperà di fatto alcuni dei tuoi programmi televisivi preferiti, serie in streaming e alcuni film, ribaltando il settore.

In alcuni casi, l’impatto sarà immediatamente evidente: i talk show a tarda notte dovrebbero essere bui questa settimana e il “Saturday Night Live” della NBC, ad esempio, potrebbe cancellare l’episodio di questo fine settimana. In altri casi, i produttori di sceneggiati drammatici e comici possono essere costretti ad accorciare le loro stagioni o ritardare del tutto le riprese.

Il contratto esistente tra la WGA e l’Alliance of Motion Picture and Television Producers, o AMPTP, è scaduto martedì a mezzanotte PT. Il novantasette percento degli scrittori WGA ha votato per autorizzare uno sciopero se non è stato possibile raggiungere un accordo. (Comcast, che possiede NBCUniversal, è una delle società rappresentate da AMPTP.)

READ  Biden e McCarthy si incontrano sul tetto del debito degli Stati Uniti, citano le differenze

L’AMPTP ha dichiarato lunedì sera che i negoziati tra esso e l’Unione degli scrittori non erano riusciti a raggiungere un accordo.

“I principali punti critici sono il ‘personale obbligatorio’ e la ‘durata del rapporto di lavoro’ – proposte di corporazione per gestire uno spettacolo con un numero fisso di scrittori per un periodo di tempo fisso, richiesto o meno”, ha affermato. .

Azioni e reclami

Lo sciopero arriva in mezzo a gravi sconvolgimenti economici e tecnologici nel settore dell’intrattenimento, che sta lottando con il crescente predominio dei servizi di streaming, il declino del pubblico delle trasmissioni tradizionali e l’ascesa dell’intelligenza artificiale, che ha alimentato la preoccupazione per il futuro delle industrie creative. .

Membri della WGA Chiesto un aumento di stipendio E dicono che i cambiamenti strutturali nel modello di business hanno reso più difficile guadagnarsi da vivere. Negli ultimi anni, in mezzo all’esplosione di piattaforme di streaming come Netflix e Disney+, la retribuzione media del produttore-scrittore è diminuita del 4%, o del 23% al netto dell’inflazione. Secondo le statistiche WGA.

“Le aziende hanno utilizzato il passaggio allo streaming per ridurre la paga degli scrittori e separare la scrittura dalla produzione, peggiorando le condizioni di lavoro per gli scrittori seriali a tutti i livelli”, ha affermato la WGA. Bollettino del 14 marzo Intitolato “Gli scrittori non continuano”.

La gilda ha aggiunto che più scrittori “lavorano al minimo indipendentemente dall’esperienza”. Al contrario, negli ultimi anni gli stipendi dei massimi dirigenti dell’intrattenimento sono aumentati a dismisura.

Il WGA ha affermato lunedì che “la condotta delle aziende ha creato una gig economy all’interno di una forza lavoro sindacalizzata”.

Citando cose come una tariffa giornaliera per i generi comici, ha affermato che le società avevano “aperto le porte alla scrittura come una carriera freelance a tutti gli effetti” e che “un contratto del genere non sarebbe mai stato contemplato da questi membri”.

READ  Mentre emergono i dettagli del crollo del ponte di Baltimora, i resti di due persone sono stati recuperati

In un videomessaggio Rilasciato l’11 aprile, la scrittrice e produttrice di commedie Danielle Sanchez-Witzel (“The Carmichael Show”), un membro del team di negoziazione della WGA, ha dichiarato: “Questo non è un normale ciclo di negoziazione”, aggiungendo: “Stiamo combattendo per gli scrittori la sopravvivenza economica e la stabilità della nostra professione.

Gli scrittori di Union hanno avuto difficoltà a mantenere un reddito costante, soprattutto perché gli spettacoli del periodo in streaming durano meno episodi rispetto alle loro controparti trasmesse. Inoltre, le commissioni residue – denaro pagato quando uno spettacolo viene distribuito in syndication o trasmesso all’estero – sono quasi scomparse poiché più contenuti sono ospitati esclusivamente su piattaforme di streaming.

In un’intervista con “NBC Nightly News”, Raphael Bob-Waksberg, creatore della serie animata di Netflix “BoJack Horseman”, ha spiegato le richieste degli sceneggiatori in termini duri.

“Abbiamo bisogno di più soldi”, ha detto Bob-Waksberg. “Vogliamo abbastanza soldi per guadagnarci da vivere facendo ciò che amiamo”.

“Le uniche persone che possono tentare di iniziare una carriera in televisione o nei film saranno già ricche in modo indipendente, e penso che arriveremo a un punto in cui non penso che sia un bene per la televisione o i film. Non so Non credo che lo vogliamo”, ha detto.

In una dichiarazione rilasciata due giorni prima dell’interruzione dei colloqui, l’AMPTP ha affermato che stava lavorando per “raggiungere un accordo equo e giusto”.

“Le società AMPTP hanno affrontato questi negoziati ponendo come priorità la salute e la stabilità a lungo termine del settore”, ha affermato il gruppo. “Siamo tutti partner nel tracciare insieme il futuro della nostra attività e siamo pienamente impegnati a raggiungere un accordo reciprocamente vantaggioso”.

READ  6 persone sono morte nel terremoto al confine tra Turchia e Siria

AMPTP ha dichiarato lunedì che la sua offerta alla gilda “include generosi aumenti del compenso per gli scrittori e miglioramenti ai residui di streaming”.

AMPTP rappresenta importanti studi cinematografici come Disney, Universal Pictures e Warner Bros.; le migliori reti televisive come ABC, CBS e NBC; e i principali servizi di streaming tra cui Netflix, Disney+ e Amazon. (Universal Pictures è un’unità della società madre di NBC News, NBCUniversal.)

I membri della WGA hanno scioperato l’ultima volta nel novembre 2007 in mezzo a una situazione di stallo con l’AMPTP per gli stipendi degli scrittori e altre questioni. Lo sciopero ha interrotto la pipeline di produzione di contenuti di Hollywood ed è durato 100 giorni, terminando il 12 febbraio 2008.

Il sindacato sta ora affrontando problemi che non riusciva a capire durante l’ultimo sciopero, con Netflix noto per la spedizione di DVD in buste rosse e canali televisivi di rete tradizionali che continuano a generare enormi valutazioni.

In segno dei tempi, le richieste della WGA per questo ciclo negoziale includono disposizioni per “l’uso di materiale prodotto utilizzando l’intelligenza artificiale o tecnologie simili”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *