Il razzo cinese raggiunge i confini della Luna

Titolo del video, La Cina ha lanciato una sonda volta a raccogliere i primi campioni dal lato nascosto della Luna.

La Cina ha lanciato una sonda per raccogliere campioni dal lato nascosto della Luna, la prima al mondo.

Un razzo senza equipaggio che trasportava la navicella spaziale Chang’e-6 è decollato dal centro di lancio spaziale di Wenchang intorno alle 17:27 ora locale (10:27 BST).

La missione di 53 giorni mira a riportare sulla Terra due chilogrammi di campioni lunari per l’analisi.

Cercherà di allontanarsi dalla Terra e di rilanciarsi dal lato della Luna.

Viene descritto come il lato oscuro della Luna perché non può essere visto dalla Terra, non perché non cattura i raggi del sole.

Ha una crosta più spessa, più craterizzata e meno coperta da antichi flussi vulcanici rispetto al lato adiacente.

Gli scienziati sperano che questo renderà più semplice la raccolta di materiale che potrebbe far luce su come si è formata la Luna.

Jie Bing, vicedirettore del Centro cinese di esplorazione lunare e ingegneria spaziale, ha detto ai giornalisti prima del lancio: “Chang’e-6 raccoglierà campioni dal lato nascosto della luna per la prima volta”.

didascalia dell’immagine, Il razzo è stato lanciato dal centro di lancio spaziale di Wenchang, nella provincia di Hainan, nel sud della Cina.

Lo studio prende il nome dalla dea della luna e da una delle figure più famose della mitologia cinese.

È previsto un approdo morbido nel bacino del Polo Sud-Aitken, un’ampia depressione larga 2.500 km (1.553 mi) e profonda 8 km (5 mi).

Lo scopo quindi è raccogliere il suolo e le rocce lunari e condurre test utilizzando un trapano e un braccio meccanico, ha affermato l’Amministrazione spaziale nazionale cinese.

Utilizzerà un satellite relè chiamato Queqiao 2 per comunicare con la Terra, ha aggiunto.

Il lancio segna la prima di tre missioni senza equipaggio sulla Luna pianificate dalla Cina in questo decennio.

Chang’e-7 cercherà acqua nel polo sud della Luna, mentre Chang’e-8 tenterà di stabilire la fattibilità tecnica della costruzione di una base pianificata nota come Stazione Internazionale di Ricerca Lunare.

Il decollo di venerdì segna l’ultima fase del programma di esplorazione spaziale della Cina per competere con gli Stati Uniti.

La Cina è diventata il primo paese a far atterrare un rover sul lato nascosto della Luna cinque anni fa.

Entro il 2030, l’obiettivo è mandare i primi astronauti sulla Luna e inviare sonde per raccogliere campioni da Marte e Giove.

READ  Almeno 39 persone sono morte in un incendio in un centro di immigrazione vicino al confine tra Stati Uniti e Messico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *