Il vincitore del torneo da $ 5 milioni di Mike Lindell lo sta portando alla corte federale

Uno scienziato informatico del Nevada è andato alla corte federale per perseguire un premio di $ 5 milioni dovutogli dal CEO di MyPillow Mike Lindell a seguito della sentenza di un arbitro privato il mese scorso.

I giudici hanno scoperto che Robert Zeitman meritava i soldi dopo aver contestato con successo i dati relativi alle false affermazioni di Lindel secondo cui le elezioni presidenziali del 2020 erano state truccate e ha vinto un concorso che Lindel ha soprannominato “Dimostra che Mike si sbaglia”.

Nella decisione del 19 aprile, alla società di Lindel, Lindel Management, sono stati concessi 30 giorni per pagare.

Da allora, Lindell non ha trasferito denaro, ha detto giovedì chiese Un tribunale statale del Minnesota deve annullare il verdetto sulla base del fatto che la giuria “ha ecceduto i suoi poteri”.

Gli avvocati di Zeidman hanno presentato una mozione venerdì al tribunale distrettuale federale del Minnesota per costringere Lindel a rimborsare il regalo, più il 10% di interessi annuali.

Chiedono a un giudice di sostenere la legalità del lodo arbitrale e di emettere una sentenza da 5 milioni di dollari contro la società di Lindel. Una tale sentenza darebbe a Zeidman strumenti legali più forti che può utilizzare per riscuotere le sue vincite.

“Non ci sono circostanze in cui lo lascerei scappare con quei soldi”, ha detto Brian Glaser, uno degli avvocati di Zeitman.

Lindell ha detto che continuerà a lottare per ribaltare il verdetto della giuria.

“Non si tratta del pagamento, è sbagliato. Stanno cercando di screditare le prove e le prove sono tutte lì”, ha detto venerdì in un’intervista. È tutta corruzione.

READ  Mentre cresce la rabbia per la corruzione, il Guatemala si sposta verso il centrosinistra

Secondo la legge federale e statale, gli arbitri devono essere ritenuti colpevoli di cattiva condotta, abuso di autorità o corruzione del processo.

La controversia è nata dall’offerta di Lindell per un “simposio informatico” che ha ospitato nel South Dakota nell’agosto 2021. In apparizioni pubbliche e televisive, ha affermato di avere dati che mostrano che il governo cinese si è intromesso nelle elezioni presidenziali statunitensi del 2020 e ha offerto una ricompensa di $ 5 milioni per qualsiasi esperto informatico. Elezione.

Zeidman ha analizzato i dati di Lindel e ha concluso che non hanno dimostrato le affermazioni di Lindel di frode e in realtà non avevano nulla a che fare con le elezioni del 2020. loro ConclusioneGli arbitri hanno affermato che Zeidman ha dimostrato che il contenuto di Lindel “non riflette in modo inequivocabile i dati elettorali del novembre 2020”.

Lindell è stata una delle false affermazioni dell’ex presidente Donald Trump secondo cui le macchine per il voto sono state manipolate per rubare le elezioni del 2020.

Lindell deve affrontare una causa per diffamazione da 1,3 miliardi di dollari da parte di Dominion Voting Systems – la società che ha recentemente vinto uno storico accordo in un caso per diffamazione contro Fox News – e un’altra causa per diffamazione da parte di un ex dirigente di Dominion.

Lindell ha negato di aver commesso un illecito in entrambi i casi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *