La denuncia del creatore di Dilbert Scott Adams è in ritardo, dicono i fumettisti: NPR

Scott Adams, creatore del fumetto Dilbert, posa per un ritratto con il personaggio Dilbert nel suo studio a Dublino, in California, il 26 ottobre 2006.

Marcio José Sanchez/AP


Nascondi titolo

Cambia il titolo

Marcio José Sanchez/AP

Scott Adams, creatore del fumetto Dilbert, posa per un ritratto con il personaggio Dilbert nel suo studio a Dublino, in California, il 26 ottobre 2006.

Marcio José Sanchez/AP

I fumettisti di tutto il paese applaudono gli editori e gli editori per aver condannato il creatore di fumetti Scott Adams. Dibert, Dopo i suoi recenti attacchi contro i neri americani.

“Sono onorato e felice di vedere editori, riviste e giornali abbandonarlo. Newyorkese.

“È un sollievo vederlo ritenuto responsabile”, ha aggiunto.

Centinaia di giornali compresi Il WashingtonPost E Times di Los Angeles, Hanno annunciato che non avrebbero più portato le opere di Adams. Lunedì, il distributore di Adams, Andrews McMeel della Universal ha detto che stavano recidendo i legami con il fumettista perché la compagnia non supporta “nessun commento radicato nella discriminazione o nell’odio”.

L’impronta di Penguin’s Random House, Portfolio, non pubblicherà più il prossimo libro di Adams. Ricollega il tuo cervello L’uscita era prevista per settembre, The giornale di Wall Street segnalato.

Il calo è arrivato tramite un live streaming di YouTube pubblicato il 22 febbraio, in cui Adams ha menzionato: Un sondaggio di Rasmussen Solo una sottile maggioranza di neri americani era d’accordo con l’affermazione che “va bene essere bianchi”. Adams ha accusato i neri americani di essere un “gruppo odioso” e ha consigliato ai bianchi di “andarsene via” da loro.

READ  Credit Suisse Bank: secondo quanto riferito, UBS è in trattative per l'acquisizione con un rivale in difficoltà

Ma i fumettisti affermano che Adams ha una lunga storia di opinioni problematiche. In passato, Adams Falsa rappresentazione di individui non vaccinati Contro il Covid come i veri “vincitori” della pandemia. Ha anche messo in dubbio l’accuratezza del bilancio delle vittime dell’Olocausto. Un’altra affermazione di Adams era che aveva perso diverse opportunità di lavoro per “essere bianco”.

“Si pone la domanda, ora che tutti si stanno accumulando su di lui, perché ci è voluto così tanto tempo?” ha detto Keith Knight, un illustratore noto per i suoi fumetti La vita notturna, (pensare E Cronache K. È anche il co-creatore dello spettacolo comico di Hulu Vogue, che racconta la vita di un fumettista nero.

Adams dice di essere stato “cancellato”, ma i fumettisti non sono d’accordo

Dopo aver ricevuto un diffuso respingimento per il suo attacco, Adams si è descritto A causa della cancellazione. Ma i fumettisti sostengono che dovrebbe assumersi la responsabilità dei suoi commenti.

“Con Adams che dice che è stato revocato, non accetta la propria responsabilità per le cose che ha detto e gli effetti che hanno sugli altri”, ha detto Ward Sutton, che ha presentato le classifiche. Il New York Times, il New Yorker E Pietra rotolante.

“Sta cercando di rendersi una vittima quando lui stesso era un autore di odio”, ha aggiunto Sutton.

I giornali non sono tenuti a correre, ha detto Dibert, E hanno il diritto editoriale di tagliare Adams se non vogliono più che sia una voce nel loro giornale.

READ  Batman? Annunciato Guilty Gear per Strife, Asuka r. Cruise sembrava scherzare

Allo stesso modo, Hector Cantu è meglio conosciuto per la sua commedia latinoamericana SpessoHa detto che credeva nella libertà di parola, ma non nella libertà dalle conseguenze.

“Non nasconderlo come politica o cancellazione della cultura”, ha detto. “Se hai intenzione di offendere le persone, rischi di pagarne il prezzo.”

Gli artisti guardano al futuro del fumetto per trarne ispirazione

Sulla scia del suo controverso video, Adams ha sostenuto ciò che ha detto e ha ricevuto il sostegno di coloro che sono frustrati da quella che lei chiama “cultura dell’annullamento”, incluso il miliardario. Elon Musk.

Nonostante la posizione ingiusta di Adams, Knight crede che l’uscita di Dilbert dai giornali creativi sarà un’opportunità per diversi artisti di condividere il proprio lavoro.

“Dico sempre: i gatti hanno una migliore rappresentazione sulla pagina dei fumetti rispetto alle persone di colore”, ha detto Knight. “Questa potrebbe essere un’opportunità per diversificare il lato dei fumetti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *