La FDIC, Wall Street stanno lottando per consolidare la vendita di Republic Bank

Le offerte formali per First Republic – che ha visto massicci deflussi di depositi e subito un forte calo del prezzo delle azioni nelle ultime settimane – dovrebbero andare alla FDIC entro metà domenica, secondo le persone, che hanno parlato a condizione di anonimato per fornire dettagli di le discussioni. .

I regolatori federali sperano di porre fine alle turbolenze nel settore bancario in seguito allo straordinario crollo della Silicon Valley Bank e della Signature Bank il mese scorso. I problemi della Prima Repubblica derivavano in gran parte dal panico tra il flusso di depositi in quelle due banche.

First Republic, uno dei proprietari di banche più invidiati negli Stati Uniti finora quest’anno con oltre $ 200 miliardi di attività alla fine del primo trimestre, sarebbe il terzo più grande fallimento bancario nella storia degli Stati Uniti dopo SVB e Washington Mutual. La scorsa settimana First Republic ha pubblicato un cupo rapporto sugli utili che mostrava la velocità con cui stava sfornando depositi, sostituiti da prestiti più costosi, contribuendo ad alimentare il recente calo del prezzo delle azioni.

Il processo di offerta si è aperto formalmente venerdì, con JPMorgan e PNC Financial che hanno espresso interesse per l’accordo della Prima Repubblica giovedì, ha detto una persona che ha familiarità con il processo, aprendo la strada a un’altra grande banca per fare un’offerta di successo.

La FDIC può decidere che le offerte che riceve sono insufficienti e non può emergere alcun contratto. Ciò significa che la First Republic riaprirà lunedì e almeno cercherà di sopravvivere fino a quando le autorità di regolamentazione non accetteranno un’offerta successiva.

READ  Celine Dion "si sente forte e positiva" in mezzo alle lotte per la salute

First Republic, una società con sede in California con una solida esperienza e una base di clienti altamente desiderabile, ha subito un’emorragia di depositi dal fallimento di SVB e Signature. Come quei due, First Republic ha un gran numero di clienti con depositi nei loro conti che superano il limite garantito dalla FDIC di $ 250.000.

Quando il governo ha ripristinato SVB e Signature, le autorità di regolamentazione speravano che la loro decisione di ritirare tutti i depositi in entrambe le banche avrebbe inviato un messaggio ai depositanti affinché non si preoccupassero del denaro nei loro conti bancari.

Ciò ha funzionato fino a un certo punto, ma non ha fermato il rapido deflusso di depositi dalla First Republic né ha posto fine alla disfatta del prezzo delle azioni, che ha fatto scendere le azioni della banca di un altro 40% a soli $ 3,51 venerdì, un calo di quasi il 98% rispetto a questo periodo dell’anno scorso. . Il consenso tra gli investitori è che la prima repubblica continuerà ad essere fondata da un accordo combinato del settore pubblico e privato quando i mercati apriranno lunedì.

Un gruppo di grandi banche, tra cui JPMorgan e PNC, ha cercato di sostenere First Republic il mese scorso pagando 30 miliardi di dollari in depositi. Non ha funzionato.

JPMorgan, PNC e FDIC si sono tutti rifiutati di commentare i colloqui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *