Trump ha detto che sarebbe stato arrestato martedì

Washington (CNN) L’ex presidente Donald Trump ha dichiarato sabato che dovrebbe essere arrestato nell’ambito delle indagini procuratore distrettuale di Manhattan Ha chiesto proteste la prossima settimana e mentre le forze dell’ordine di New York si preparano per una possibile incriminazione.

In un post sui social media sabato, Trump, riferendosi a se stesso, ha dichiarato: “Il principale candidato repubblicano ed ex presidente degli Stati Uniti sarà arrestato la prossima settimana martedì”.

“Resisti, riprenditi la nostra nazione”, ha scritto.

John Miller della CNN Secondo quanto riferito, per tutta la settimana sono stati in corso incontri tra le forze dell’ordine cittadine, statali e federali a New York City su come prepararsi per una possibile incriminazione di Trump.

Sebbene Trump non abbia fornito alcun dettaglio sul motivo per cui si aspetta di essere incriminato, il suo team legale si aspetta che accada presto e si sta preparando dietro le quinte per i prossimi passi. L’ex presidente dovrebbe presentarsi a Manhattan dopo le accuse formali, e ha espresso il desiderio di fare un discorso, anche se resta da vedere se alla fine lo farà.

L’ufficio del procuratore distrettuale di Manhattan, il dipartimento di polizia di New York e i rappresentanti di Trump non hanno risposto immediatamente alla richiesta di commento della CNN sabato.

Trump si è lamentato in privato di ritenere che sarà incriminato perché pensa che il procuratore distrettuale di Manhattan Alvin Brock “lo odi”, secondo una fonte a conoscenza delle dichiarazioni di Trump.

Mentre ha ripetutamente esortato i suoi sostenitori a rifiutare i risultati delle elezioni presidenziali del 2020, il suo appello a protestare in risposta a un possibile arresto è culminato in un attacco al Campidoglio degli Stati Uniti il ​​6 gennaio 2021.

READ  Accordo sul tetto del debito: la Camera degli Stati Uniti approva in modo schiacciante il disegno di legge

Alcuni dei consiglieri di Trump lo hanno esortato in privato a non convocare le proteste, preoccupati che l’ottica di una protesta di massa per le strade di Manhattan sarebbe fuori controllo o simili. 6 gennaio 2021, attacco alla capitale Usa.

Ci sono state discussioni su come gestire un possibile atto d’accusa penale da parte di un gran giurì della contea di New York e la coreografia che circonda il potenziale arresto senza precedenti di un ex presidente degli Stati Uniti.

Il profilo dei servizi segreti statunitensi di Trump lo invierà all’ufficio del procuratore distrettuale di Manhattan per le impronte digitali, quindi scatterà foto segnaletiche negli uffici della squadra investigativa del procuratore distrettuale. Come è consuetudine nei casi in cui un imputato è autorizzato a consegnarsi volontariamente, dopo il suo arresto, l’ex presidente viene portato direttamente davanti a un giudice, dove viene rilasciato su sua stessa ammissione.

I funzionari delle forze dell’ordine a conoscenza delle discussioni hanno affermato che diverse preoccupazioni sono state discusse nel processo di pianificazione, tra cui la sicurezza del tribunale e le manifestazioni o le manifestazioni dei sostenitori di Trump fuori dal tribunale o le contromanifestazioni dei manifestanti anti-Trump. I due gruppi si scontrano.

Questa è una storia di rottura e verrà aggiornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *