Il Boeing Starliner viene lanciato per iniziare la tanto attesa missione con l’equipaggio della NASA

Terry Renna/AP

La capsula Starliner della Boeing, posizionata su un razzo Atlas V, rotola sulla rampa di lancio dello Space Launch Complex 41 presso la Cape Canaveral Space Force Station in Florida, il 4 maggio.

Iscriviti alla newsletter scientifica Wonder Theory della CNN. Esplora l’universo con notizie su scoperte affascinanti, scoperte scientifiche e altro ancora.



CNN

Due astronauti della NASA hanno raggiunto le ultime ore del tanto atteso tentativo di lancio a bordo della capsula Starliner della Boeing, segnando la prima missione con equipaggio della nuovissima navicella spaziale.

Starliner – È stato progettato come un gigante aerospaziale L’intraprendente capsula Crew Dragon di SpaceX – è previsto il decollo dalla stazione spaziale della Cape Canaveral in Florida alle 22:34 di lunedì per il suo volo di prova inaugurale con equipaggio.

La NASA lo fa Webcast L’evento inizia alle 18:30 ET lunedì sui suoi canali. La CNN trasmetterà aggiornamenti in tempo reale del volo online poco prima del decollo.

Problemi meteorologici o tecnici possono sempre costringere il lancio di un razzo a rallentare fino a quando il conto alla rovescia non raggiunge lo zero, ma i funzionari meteorologici dicono che le previsioni per questa sera sono buone quanto lo sono. 5% di probabilità Nuvole, vento o temporali potrebbero interferire con le partenze stasera.

Soprannominata Crew Flight Test, la missione potrebbe essere l’ultima pietra miliare prima che la NASA ritenga la navicella spaziale Boeing pronta per le operazioni di routine come parte del programma Commercial Crew dell’agenzia federale. Starliner si unirà a Crew Dragon di SpaceX nella spinta della NASA a collaborare con partner industriali privati, espandendo le opzioni americane per trasportare gli astronauti sulla Stazione Spaziale Internazionale.

READ  La banca focalizzata sulle criptovalute Silvergate intende continuare a respingere il colpo di FTX

I membri dell’equipaggio della missione sono gli astronauti veterani Suni Williams e Butch Wilmore, che sono stati ciascuno nello spazio in due precedenti missioni a bordo di una navetta spaziale della NASA e in una missione russa Soyuz.

Terry Renna/AP

Gli astronauti della NASA Suni Williams (a sinistra) e Butch Wilmore posano dopo essere arrivati ​​al Kennedy Space Center di Cape Canaveral, in Florida, il 25 aprile prima di un test di volo dell’equipaggio del Boeing Starliner.

“Stanno controllando più sistemi: supporto vitale, controllo manuale”, ha detto l’amministratore della NASA Bill Nelson durante una conferenza stampa venerdì. “Ecco perché abbiamo inserito a bordo due piloti collaudatori: sicuramente i curriculum di Butch e Suni sono estesi.”

Segnerà la sesta prima missione del sesto Space Shuttle nella storia degli Stati Uniti, ha osservato Nelson: “Tutto è iniziato con Mercury, poi Gemini, poi Apollo, poi lo Space Shuttle, poi (SpaceX) Dragon – ora Starliner”.

Williams è anche la prima donna a partecipare a una simile missione.

Se tutto andrà secondo i piani, lunedì sera l’equipaggio salirà a bordo della capsula Starliner e decollerà su un razzo Atlas V. Dopo aver raggiunto l’orbita, la navicella spaziale che trasporta gli astronauti si separerà dal razzo e inizierà ad accendere i propri motori. Starliner si dirigerà quindi gradualmente nell’arco di 24 ore verso la stazione spaziale, dove il veicolo attraccherà alle 00:46 di mercoledì.

Williams e Willmore trascorreranno una settimana nel laboratorio orbitante Sette astronauti e astronauti Già a bordo, mentre lo Starliner è parcheggiato fuori.

I due torneranno poi a casa nella stessa capsula Starliner, che dovrebbe atterrare con il paracadute in uno dei numerosi luoghi designati nel sud-ovest americano.

READ  Gli esperti dell'OMS rivedono i consigli sul vaccino Covid-19, affermano che il rischio è inferiore per bambini e adolescenti sani

Il soft test viaggia molto in aereo. La NASA ha aspettato mezzo decennio per lanciare l’equipaggio dei voli Starliner, e lo sviluppo dello Starliner è stato afflitto da anni di ritardi, battute d’arresto ed errori. Più in generale, Boeing è da anni tormentata da scandali nella sua divisione aeronautica, che hanno offuscato il suo tradizionale marchio di azienda aerospaziale.

Mark Nappi, vicepresidente della Boeing e project manager dello Starliner, ha parlato del processo di sviluppo durante il briefing di venerdì. “Davvero la mia fonte di speranza sta attraversando questo processo.”

Se il volo di prova con equipaggio avrà successo, Boeing potrebbe essere schierato per iniziare le missioni di routine verso la stazione spaziale per conto della NASA.

Dopo il ritiro del programma Space Shuttle nel 2011, nel 2014, l’agenzia spaziale statunitense ha selezionato Boeing per sviluppare lo Starliner insieme a SpaceX e alla sua capsula Crew Dragon.

SpaceX ha finalmente battuto Boeing sulla rampa di lancio nel maggio 2020 con un test di volo con equipaggio della capsula Crew Dragon. Da allora le esigenze di trasporto del personale della NASA.

“Facciamo il tifo per SpaceX. È molto importante per il nostro Paese e molto importante per la NASA avere tale accesso. Ha detto Nubby durante una conferenza stampa di marzo. “Non vediamo l’ora di fornire di più (servizi di trasporto degli astronauti).”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *