Janet Yellen ha criticato la gestione cinese delle società statunitensi

Il segretario al Tesoro Janet L. Yellen venerdì ha criticato la repressione del governo cinese nei confronti delle società con legami esteri e la sua recente decisione di imporre restrizioni all’esportazione di alcuni minerali chiave, in quanto tali mosse giustificano gli sforzi dell’amministrazione Biden per rendere i produttori statunitensi meno dipendenti dalla Cina.

Nel suo primo giorno di incontri a Pechino per allentare le tensioni tra Stati Uniti e Cina, la Sig. Yellen presentato. Le sue osservazioni a un gruppo di dirigenti di aziende americane che operano in Cina hanno sottolineato le sfide che le due maggiori economie del mondo devono affrontare mentre cercano di andare oltre le loro profonde differenze.

“Durante gli incontri con i miei colleghi, riporto le preoccupazioni che ho sentito dalla comunità imprenditoriale americana, compreso l’uso da parte della Cina di strumenti non di mercato come sussidi estesi e barriere all’accesso al mercato per le sue imprese statali e le imprese nazionali. Aziende straniere “, ha detto in un evento ospitato dalla Camera di commercio americana in Cina. La signora Yellen ha detto ai leader aziendali. “Sono profondamente turbato dalle azioni punitive intraprese nei confronti delle società americane negli ultimi mesi”. Rappresentanti di Boeing, Bank of Hanno partecipato l’America e il gigante agricolo Cargill.

A marzo, le autorità cinesi hanno arrestato e chiuso una filiale di cinque cittadini cinesi che lavoravano a Pechino per Mintz Group, una società di consulenza americana con 18 uffici in tutto il mondo. Il mese successivo, le autorità hanno interrogato i dipendenti dell’ufficio di Shanghai della società americana di consulenza manageriale Bain & Company.

READ  La Mostra del Paesaggio di Klimt è più e meno del previsto

Il controllo delle imprese statunitensi che operano in Cina segue le restrizioni imposte dall’amministrazione Biden all’accesso della Cina a tecnologie e attrezzature critiche per la produzione di semiconduttori.

L’amministrazione Biden sta preparando ulteriori restrizioni al commercio di tecnologia statunitense con la Cina, inclusi potenziali limiti sui chip avanzati e sugli investimenti statunitensi nel paese. L’amministrazione si sta inoltre preparando a limitare l’accesso delle società cinesi ai servizi di cloud computing statunitensi nel tentativo di colmare una scappatoia nelle precedenti restrizioni all’accesso della Cina ai chip avanzati utilizzati nell’intelligenza artificiale.

Il tit-for-tat è continuato questa settimana quando Pechino ha reagito contro i limiti dell’amministrazione Biden sui semiconduttori, annunciando che avrebbe limitato le esportazioni di alcuni minerali critici utilizzati nella produzione di alcuni chip.

Un funzionario del Ministero delle finanze cinese ha dichiarato venerdì che la sig. Ha espresso la speranza che gli incontri con la Yellen migliorino le relazioni economiche e ha suggerito che gli Stati Uniti dovrebbero prendere provvedimenti affinché ciò accada. Il funzionario ha aggiunto che entrambi i paesi non beneficiano della “disconnessione” e dell’interruzione delle catene di approvvigionamento.

La signora Yellen ha detto venerdì di essere “preoccupata” per la decisione della Cina di imporre restrizioni all’esportazione.

“Stiamo ancora valutando l’impatto di queste misure, ma ci ricordano l’importanza di costruire catene di approvvigionamento resilienti e diversificate”, ha affermato la signora Yellen. Ha suggerito che ulteriori risposte dagli Stati Uniti potrebbero essere imminenti per garantire che le imprese e i lavoratori americani siano trattati in modo equo.

“Difenderò sempre i tuoi interessi e lavorerò per garantire condizioni di parità”, ha detto la signora. ha aggiunto Yellen. “Ciò include il coordinamento con i nostri alleati per rispondere alle pratiche economiche sleali della Cina”.

READ  La polizia dell'Arkansas trova i corpi di padre e figlio di KC scomparsi in kayak

Le aziende sono anche spaventate dalle sempre più severe leggi sulla sicurezza nazionale della Cina, che includono una dura legge sul controspionaggio entrata in vigore sabato. Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha emesso un avvertimento questa settimana consigliando agli americani di riconsiderare il viaggio in Cina a causa della possibilità di falsa detenzione.

Il presidente della Camera Michael Hart ha affermato che le aziende americane stanno cercando di svolgere un ruolo costruttivo nelle relazioni economiche tra Stati Uniti e Cina.

“Qualunque cosa accada a livello politico, stiamo cercando di trovare un terreno comune con le nostre controparti cinesi lavorando, producendo, producendo, acquistando, vendendo, pagando le tasse e facendo tutto in un modo che rifletta i nostri valori”, ha affermato Hart. , che sedeva accanto alla signora Yellen. E crediamo che ne trarranno beneficio anche gli Stati Uniti e la Cina”.

Il segretario al Tesoro prevede di sollevare questi temi durante gli incontri con alti funzionari cinesi nei prossimi due giorni.

Oltre ai dirigenti d’azienda, la signora Yellen ha incontrato venerdì anche Liu He, ex vice premier cinese, e Yi Gang, governatore uscente della Banca popolare cinese. Un funzionario del Dipartimento del Tesoro ha detto che la signora Yellen ha discusso le prospettive per l’economia in una discussione informale durata più di un’ora con i suoi ex colleghi.

Più tardi, venerdì pomeriggio, incontrerà il premier Li Qiang nella Grande Sala del Popolo.

Claire Fu Rapporto contribuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *