Brian Kohberger, accusato di omicidi in Idaho, dice che i dati del cellulare mostrano che non era vicino a casa

Brian Kohberger, lo studente laureato accusato di aver ucciso quattro studenti dell'Università dell'Idaho nel novembre 2022, ha intenzione di testimoniare che il suo cellulare non era neanche lontanamente vicino alla scena la notte degli omicidi, secondo una nuova dichiarazione del tribunale del suo avvocato. .

Kohberger aveva già indicato il suo alibi negli atti giudiziari: stava guidando al momento degli omicidi, alle 4 del mattino. Mercoledì, in una dichiarazione, l'avvocato di Kohberger, Anne Taylor, dice che cercherà di dimostrarlo con la testimonianza di un esperto di ripetitori che direbbe che il cellulare di Kohberger è stato smarrito per collegarlo agli omicidi.

Quella testimonianza contraddiceva la tesi dell'accusa secondo cui i dati del cellulare collocavano Kohberger sull'autostrada che si allontanava dalla città dove avvennero gli omicidi quella notte.

Kohberger, 29 anni, è accusato di aver accoltellato i ventenni Ethan Chapin e Chana Kernodle e le ventunenni Madison Mohan e Kaylee Goncalves in una casa fuori dal campus nelle prime ore del mattino del 13 novembre 2022. Gli agenti hanno controllato. Quasi sette settimane per l'assassino, attirò l'attenzione nazionale e mise in difficoltà le vicine città universitarie di Mosca, Idaho, e Pullman, nello stato di Washington.

Le autorità hanno arrestato Kohberger, uno studente di giustizia penale alla Washington State University di Pullman, nella sua casa di famiglia in Pennsylvania alla fine di dicembre. Successivamente è stato incriminato da un grand jury.

Kohberger sostiene la sua innocenza. A maggio si è dichiarato non colpevole di quattro capi d'accusa di omicidio e di un furto con scasso. Ai pubblici ministeri è vietato parlare della maggior parte degli aspetti del caso su ordine del giudice.

READ  Street Fighter 6 è molto divertente sia per i giocatori occasionali che per quelli dedicati

Kohberger è stato accusato dopo che il DNA è stato collegato al pulsante che scattava nel fodero di un coltello lasciato sulla scena, secondo i documenti del tribunale. I pubblici ministeri hanno sequestrato altri oggetti dalla casa e dall'auto di Kohberger e hanno affermato che le sue caratteristiche fisiche corrispondevano a una descrizione approssimativa dell'intruso fornita dal compagno di stanza sopravvissuto.

Inoltre, le autorità hanno affermato che i registri dei cellulari mostrano che Kohberger si trovava vicino all'abitazione delle vittime fuori dal campus almeno 12 volte nei mesi precedenti gli omicidi. La notte degli omicidi, Kohberger è stato osservato lasciare la sua residenza poco prima delle 3 del mattino prima di smettere di riferire alla rete telefonica, sostengono le autorità in una dichiarazione giurata penale.

Un'auto equipaggiata con l'auto di Kohberger è stata vista nei filmati di sorveglianza passare quattro volte davanti alla casa delle vittime e partire a tutta velocità 15 minuti dopo il suo ultimo arrivo a casa. Nel giro di mezz'ora, secondo la dichiarazione giurata, il telefono di Kohberger ha ripreso a segnalare sulla rete cellulare, fermandolo sull'autostrada senza pedaggio da Mosca a Pullman.

La testimonianza dell'esperto di difesa Kohberger, una nuova dichiarazione del suo avvocato difensore, mostra che il suo dispositivo mobile non stava viaggiando su quell'autostrada. Invece, direbbe che Kohberger si trovava “il 13 novembre 2022 a Pullman, Washington e a ovest di Mosca, a sud dell’Idaho”.

Nella documentazione di Taylor, Kohberger ha detto che dopo aver iniziato la scuola di specializzazione, spesso andava a fare viaggi notturni per fare escursioni, correre o “guardare la luna e le stelle”, e lo fece quella notte.

La prossima udienza del caso è stata rinviata al 14 maggio. La data dell'udienza non è stata fissata.

READ  Incontro Lukashenko-Xi: l'alleato di Putin incontra il presidente cinese Xi Jinping a Pechino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *