L'Antitrust blocca la fusione da 3,8 miliardi di dollari tra JetBlue e Spirit Airlines

Di David Shepherdson e Audrey Dasgupta

WASHINGTON (Reuters) – Le compagnie aeree low cost JetBlue Airways e Spirit Airlines hanno annullato lunedì il loro accordo di fusione da 3,8 miliardi di dollari, senza alcuna strada da percorrere dopo che un giudice statunitense aveva bloccato l'accordo a gennaio per motivi anticoncorrenziali.

Un accordo di successo avrebbe creato la quinta compagnia aerea più grande degli Stati Uniti e avrebbe assicurato la sopravvivenza di Spirit mentre brucia contanti e lotta con il suo debito. Ma la fusione è sul tappeto da quando un giudice di Boston ha affermato che danneggia i consumatori riducendo la concorrenza.

La decisione è stata una vittoria per l’amministrazione Biden, che ha adottato una linea dura contro gli intrecci nel settore aereo e ha sostenuto che l’accordo avrebbe aumentato i prezzi dei biglietti per i consumatori.

Il procuratore generale degli Stati Uniti Merrick Garland ha definito la decisione di JetBlue “un'altra vittoria per il lavoro del Dipartimento di Giustizia a favore dei consumatori americani”, aggiungendo che la fusione “lascerà decine di migliaia di viaggiatori di fronte a tariffe più elevate e meno scelte”.

L’amministrazione ha utilizzato l’azione antitrust e altri sforzi di contrasto per cercare di abbassare i prezzi per i residenti negli Stati Uniti in molti settori.

“Data la sentenza della corte federale e la continua opposizione del Dipartimento di Giustizia, la probabilità di ottenere il via libera per procedere con la fusione in tempi brevi è scarsa”, ha affermato l'amministratore delegato di JetBlue Joanna Geraghty in una nota interna vista da Reuters.

“Anche se la sentenza viene annullata in appello, non vediamo un percorso verso l'approvazione normativa entro la scadenza prevista del 24 luglio.”

READ  L'incidente ferroviario infuocato in Grecia uccide dozzine e ne ferisce più di 80: NPR

In privato, i dirigenti di JetBlue hanno espresso sollievo per il fatto che l'accordo sia stato bloccato a causa del deterioramento della situazione finanziaria di Spirit, ha detto una persona a conoscenza della questione. Se le società vincessero la loro battaglia antitrust, JetBlue sta valutando la possibilità di utilizzare una clausola di “cambiamento materiale avverso” nel suo accordo con Spirit per abbandonare l'accordo, citando le fortune in declino di quest'ultima, ha detto la fonte.

In una dichiarazione, il CEO di Spirit, Ted Christie, ha dichiarato: “Abbiamo stabilito che le attuali barriere normative non ci consentiranno di completare questa transazione in modo tempestivo secondo i termini dell'accordo di fusione”.

In base all'accordo, JetBlue pagherà a Spirit 69 milioni di dollari. Mentre l'accordo di fusione era in vigore, gli azionisti di Spirit hanno ricevuto un anticipo complessivo di circa 425 milioni di dollari.

Senza l’accordo JetBlue, Spirit, la settima compagnia aerea statunitense, dovrà affrontare una strada difficile. La compagnia aerea a bassissimo costo è alle prese con una domanda debole nei suoi mercati principali mentre cerca di tornare a una redditività sostenibile. Alcuni analisti hanno suggerito che la società potrebbe andare incontro al fallimento se non fosse in grado di raccogliere fondi.

Le azioni di Spirit sono scese del 14% nelle contrattazioni mattutine, mentre le azioni di JetBlue, la sesta compagnia aerea americana, sono aumentate del 4%.

La sentenza del giudice distrettuale statunitense William Young ha ritenuto che l'accordo proposto danneggerebbe la concorrenza nel mercato aereo statunitense e aumenterebbe i prezzi dei biglietti.

Ciò ha spinto JetBlue a sollevare domande sul futuro del suo accordo, affermando che potrebbe non essere in grado di soddisfare determinate condizioni richieste come parte dell’accordo.

READ  Approva il disegno di legge per consentire ai cappellani di sostituire i consiglieri nelle contee del Texas

JetBlue non intendeva presentare ricorso contro una sentenza separata che dichiarava anticoncorrenziale la sua partnership nel nord-est con American Airlines.

JetBlue, che ha aumentato le tariffe per i bagagli il mese scorso, ha affermato che sta adottando diverse iniziative a breve termine per aumentare le entrate di oltre 300 milioni di dollari ed è sulla buona strada per ottenere 175-200 milioni di dollari in risparmi sui costi e 75 milioni di dollari dal suo piano di costi strutturali. Risparmi sulla manutenzione derivanti dalla modernizzazione della flotta.

Un giudice a maggio si è schierato con il Dipartimento di Giustizia e sei stati in una causa che sfidava la joint venture 2020 di American e JetBlue per combinare voli dentro e fuori New York City e Boston, nota come “Alleanza del Nordest”. Orari e accumulo dei ricavi.

Spirit ha affermato che sta adottando misure per rafforzare il proprio bilancio e le operazioni correnti e ha assunto Perella Weinberg & Partners e Davis Polk & Wardwell come consulenti.

(Segnalazione di Audrey Dasgupta a Bangalore e David Shepherdson a Washington; Montaggio di David Kaffen, Devika Syamnath, Arun Koyur e Nick Zieminski)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *