La Cina ha fissato un obiettivo di crescita economica del 5%

I massimi leader cinesi hanno fissato un ambizioso obiettivo di crescita economica per il 2024 nel tentativo di rafforzare la fiducia in un’economia che affronta le maggiori sfide degli ultimi decenni.

Ma hanno annunciato solo misure moderate per stimolare la crescita, con la comunità imprenditoriale che si è astenuta da misure più audaci di fronte alla crisi patrimoniale, alla perdita di fiducia tra le famiglie cinesi e alla diffidenza degli investitori.

Il premier Li Keqiang, il secondo funzionario del paese dopo Xi Jinping, ha dichiarato martedì nella sua dichiarazione alla sessione annuale della legislatura che il governo si aspetta una crescita economica di “circa il 5%”. I dati ufficiali mostrano che il prodotto interno lordo del Paese è cresciuto del 5,2%, lo stesso obiettivo fissato dalla leadership cinese lo scorso anno.

Il piano di spesa del governo centrale presenta pochi cambiamenti. Il deficit fiscale è stato fissato al 3% dell’input economico, lo stesso obiettivo dell’inizio dello scorso anno. Il deficit dello scorso anno è stato infine portato al 3,8% per far fronte a ulteriori prestiti, cosa che il governo ha segnalato potrebbe ripetersi nel 2024.

I deficit sono importanti perché più il governo prende in prestito, più può spendere in iniziative che possono rilanciare l’economia.

Altrettanto assente dall'agenda del primo ministro per quest'anno è l'aumento della rete di sicurezza sociale del paese o l'introduzione di altre politiche, come voucher o coupon, che affronterebbero direttamente la debole fiducia e la riluttanza dei consumatori cinesi a spendere soldi.

“Ci sono molte voci positive per l'economia, ma nessun piano concreto su come risolvere le difficoltà di sviluppo del paese”, ha detto. Neil ThomasUn membro del Centro per l'analisi cinese dell'Asia Society.

READ  SpaceX è pronta a lanciare un altro razzo Falcon 9 nei cieli della California meridionale: NBC Los Angeles

Alcuni economisti si chiedono se la crescita dello scorso anno sia stata davvero così elevata come sostiene la Cina. Inoltre, l’anno scorso ha portato una modesta ripresa poiché le rigorose misure “Zero Covid” erano in vigore fino a dicembre 2022. Raggiungere la stessa crescita quest’anno, senza il beneficio di tale ripresa, potrebbe essere più difficile.

Consumatori E gli investitori rimangono scettici riguardo alle prospettive di una ripresa duratura. I mercati azionari in Cina sono crollati bruscamente a gennaio e all’inizio di febbraio prima di riprendersi nelle ultime quattro settimane quando il governo si è mosso per incoraggiare gli acquisti di azioni. Ma la Cina è sulla strada giusta, signor Presidente.

La Cina ha “resistere alle pressioni esterne e superato le difficoltà interne”, ha affermato. Lo ha detto Li all'Assemblea nazionale del popolo, che approva leggi e bilanci controllati dal Partito comunista. “L'economia è generalmente in ripresa.”

Il Congresso nazionale del popolo, un evento settimanale, si concentra solitamente sulle iniziative a breve termine del governo, in particolare sugli obiettivi economici. Gli obiettivi di crescita della Cina, e le modalità con cui il governo sta cercando di raggiungerli, quest’anno sono stati oggetto di un intenso esame internazionale.

I leader del Partito Comunista stanno cercando di ripristinare la fiducia nelle prospettive a lungo termine della Cina e di sfruttare nuovi fattori di crescita, come l’energia pulita e i veicoli elettrici. Sig. Il rapporto di Li segnala nuove spese per l’intelligenza artificiale e prevede di “accelerare la ricerca sulle tecnologie dirompenti e di frontiera”.

Raggiungere l’obiettivo di crescita della Cina quest’anno potrebbe essere difficile senza un’altra grande tornata di spesa statale alimentata dal debito.

“Penso che siano cauti nell'aprire ampiamente il gasdotto prima di vedere se questo tipo di finanziamento ha l'effetto desiderato”, ha affermato Eswar Prasad, economista della Cornell University.

Gli economisti e le agenzie di credito globali raccomandano da tempo che la Cina rafforzi la sua rete di sicurezza, il che potrebbe rafforzare la debole fiducia dei consumatori e consentire alle famiglie cinesi di iniziare a risparmiare meno e a spendere di più.

Ma quando devono già capire come affrontare una società che invecchia con meno lavoratori a sostegno di ogni anziano, le autorità sono pronte ad aumentare la spesa sociale. Il tasso di natalità della Cina si è dimezzato dal 2016 e rappresenta il 15% della popolazione Età pari o superiore a 65 anni – un numero che potrebbe crescere di oltre il 20% entro il 2030.

In ciascuno degli ultimi quattro anni, la Cina ha leggermente rivisto i dati iniziali sulla crescita economica. Rende più semplice per il governo affermare l’anno prossimo che l’economia è cresciuta in linea con gli obiettivi ufficiali. Ma ciò non risolve i problemi economici di fondo.

L’economia cinese deve far fronte a forti forze provenienti dall’esterno dei suoi confini. I funzionari governativi negli Stati Uniti e in Europa considerano le pratiche commerciali cinesi come minacce sleali o alla sicurezza nazionale. E con la sempre crescente enfasi posta sulla sicurezza nazionale e sulla sorveglianza da parte di molti dirigenti di multinazionali, Pechino ha più di un decennio di potere di Mr. Accettato durante il regno di Shi.

READ  Sam Altman, creatore di ChatGPT e CEO di OpenAI, sollecita il Senato per la regolamentazione dell'IA

La maggiore tensione dell’economia è nel settore edile in generale, che è stato in picchiata negli ultimi due anni dopo lo scoppio di una bolla immobiliare decennale.

Le vendite di case da parte dei 100 maggiori costruttori immobiliari del paese sono diminuite del 60% a febbraio rispetto allo stesso mese dell'anno scorso. Nel 2022, la fiducia dei consumatori in tutta la Cina non si è ripresa dopo il brusco calo durante i due mesi di blocco Covid di Shanghai.

La migliore possibilità per la Cina di mantenere la crescita economica potrebbe essere quella di espandere ulteriormente il surplus commerciale nei manufatti, che rappresenta già circa un decimo dell’intera economia del paese. Il Ministero del Commercio sta emanando direttive volte a incrementare le esportazioni quest'inverno.

Shenzhen, nel sud-est della Cina, città natale di BYD, il principale produttore di veicoli elettrici del paese, la scorsa settimana ha emesso 24 ordinanze municipali per aumentare le vendite di auto all’estero, aiutando in particolare le aziende della città ad acquistare più navi che possano trasportare auto verso mercati lontani.

Ma gli Stati Uniti e l’Unione Europea hanno espresso preoccupazione per la perdita di posti di lavoro e hanno iniziato ad adottare misure per limitare il commercio con la Cina. E con il calo dei prezzi in Cina, l’aumento delle dimensioni fisiche delle esportazioni del paese e della quota cinese del commercio mondiale potrebbe non tradursi in molto denaro.

Viviana Wang Reporting contribuito da Pechino. Li Yu E Claire Fu La ricerca ha contribuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *