Campi universitari: i manifestanti dell’USC rispettano l’ordine di andarsene

Gli studenti lottano Guerra a Gaza La laurea della Northeastern University è iniziata in sordina al Fenway Park di Boston, quando hanno abbandonato il loro campo presso la University of Southern California domenica mattina presto, circondati dalla polizia e minacciati di arresto.

Gli sviluppi in entrambi i luoghi sono stati seguiti da vicino dopo diversi arresti il ​​mese scorso – 94 all’USC di Los Angeles e circa 100 a nord-est di Boston.

Gli agenti del dipartimento di polizia di Los Angeles sono arrivati ​​all’USC intorno alle 4 del mattino per assistere gli agenti di sicurezza del campus. L’università aveva avvertito degli arresti sui social media e di persona. Il video mostrava alcuni manifestanti che facevano le valigie e se ne andavano, mentre gli agenti preparavano delle file per tenere lontani gli altri mentre il campo si svuotava. L’università ha detto che non ci sono notizie di arresti.

Il presidente della USC Carol Folt ha detto che è ora di tracciare una linea mentre “l’occupazione si è sviluppata in una spirale pericolosa” con parti del campus bloccate e persone molestate.

“L’operazione è stata tranquilla”, ha scritto Folt in un aggiornamento. “Il campus sta aprendo, gli studenti stanno tornando per prepararsi per gli esami finali e il sistema di inizio studi è in pieno svolgimento”.

Precedentemente USC Ha annullato la sua cerimonia di laurea principale consentendo allo stesso tempo il proseguimento delle altre attività di iniziazione.

Domenica all’inizio della Northeastern, alcuni studenti hanno sventolato piccole bandiere palestinesi e israeliane, ma quelli che sventolavano bandiere provenienti dall’India e dagli Stati Uniti erano in inferiorità numerica. La relatrice della studentessa universitaria Rebecca Bamidele ha suscitato brevi applausi mentre ha chiesto la pace a Gaza.

READ  Perché le azioni potrebbero ancora salire anche se le speranze di taglio dei tassi svaniscono

L’Associated Press ha contato circa 2.500 persone arrestate in circa 50 campus dal 18 aprile, sulla base dei suoi rapporti e dei resoconti delle università e delle forze dell’ordine.

Gli arresti sono continuati a ritmo sostenuto durante il fine settimana. All’Università della Virginia, 25 persone sono state arrestate sabato per violazione di domicilio dopo che la polizia si è scontrata con i manifestanti che si rifiutavano di rimuovere le tende. La polizia ha smantellato un campo filo-palestinese nel campus dell’Art Institute of Chicago poche ore dopo la sua istituzione sabato, arrestando 68 persone.

Arresti in Virginia

A Charlottesville, in Virginia, martedì i manifestanti studenteschi hanno iniziato la loro protesta sul prato fuori dalla cappella della scuola. Il video di sabato mostrava la polizia che controllava la rivolta, impugnava scudi e marciava attraverso il complesso mentre i manifestanti cantavano “Palestina libera”.

Quando la polizia è intervenuta, gli studenti sono stati spinti a terra, trascinati per le braccia e spruzzati con irritanti chimici, ha detto al Washington Post la professoressa Laura Goldblatt, che ha assistito i manifestanti. L’università ha affermato che le tende sono vietate in conformità con la politica scolastica e ai manifestanti è stato detto di rimuoverle.

Un uomo protesta davanti a un agente di polizia dopo che la polizia è arrivata al campus della University of Southern California per sgombrare un campo allestito da manifestanti filo-palestinesi, domenica 5 maggio 2024, a Los Angeles. (AP Photo/Ryan Sun)

Il procuratore generale della Virginia Jason Miares ha detto domenica a Fox News che la risposta della polizia è stata giustificata perché ha ripetutamente avvertito gli studenti di andarsene, ha violato il codice di condotta della scuola e ha fatto sì che estranei non studenti consegnassero ai manifestanti oggetti come bastoncini di legno.

READ  Un incendio nel New Jersey ha bruciato quasi 3.900 acri e forzato l'evacuazione

“Abbiamo visto non studenti arrivare in tenuta antisommossa con corna da toro per guidare i manifestanti su come fiancheggiare i nostri ufficiali”, ha detto Miares.

Ha detto che alcuni hanno messo dello spray anti-orso in bottiglie d’acqua e lo hanno lanciato contro gli agenti.

È stato l’ultimo scontro dopo settimane di proteste e tensioni nei college e nelle università americane.

Campi tendati I manifestanti insistono sulle università Smettere di fare affari con Israele Oppure le aziende reclamano il sostegno Guerra a Gaza diffusa nel movimento studentesco A differenza di qualsiasi altra cosa in questo secolo. Alcune scuole Gli accordi sono stati raggiunti con i manifestanti per porre fine alle manifestazioni e ridurre al minimo la possibilità di interrompere gli esami finali e gli inizi.

Dimostrazioni durante l’iniziazione

L’Università del Michigan è una delle scuole che si preparano alla protesta Durante l’iniziazione Questo fine settimana, Indiana University, Ohio State University e Northeastern. Le cerimonie sono previste tra qualche settimana.

Ad Ann Arbor c’è stata una protesta all’inizio dell’evento al Michigan Stadium. Circa 75 persone, molte delle quali indossavano la tradizionale kaffiah araba e berretti da laurea, si sono fatte strada lungo la navata principale fino al palco.

Cantavano: “O re, governanti, non potete nascondervi! Stai finanziando un genocidio!” Tenendo in mano cartelli con la scritta “Non ci sono università a Gaza”.

Sopra, gli aerei trainavano striscioni con messaggi competitivi. “Via da Israele adesso! Libertà per la Palestina!” E “Noi stiamo con Israele. Le vite degli ebrei contano”.

Le autorità hanno affermato che non sono stati effettuati arresti e che la manifestazione non è stata seriamente interrotta dall’evento durato circa due ore a cui hanno partecipato decine di migliaia di persone, alcune delle quali sventolavano bandiere israeliane.

Persone fanno la guardia fuori da un accampamento allestito da manifestanti filo-palestinesi nel campus della University of Southern California a Los Angeles, sabato 4 maggio 2024.  (AP Photo/Ryan Sun)

Persone fanno la guardia fuori da un accampamento allestito da manifestanti filo-palestinesi nel campus della University of Southern California a Los Angeles, sabato 4 maggio 2024. (AP Photo/Ryan Sun)

Altre lotte continuano

I manifestanti hanno esortato i sostenitori a mettersi il caffè e ad andarsene durante un discorso all’Università dell’Indiana sabato sera dalla preside Pamela Whitten. Il campus di Bloomington ha designato una zona di protesta fuori dalla Memorial Hall, dove si è tenuta la cerimonia.

All’Università di Princeton nel New Jersey, 18 studenti Ha iniziato uno sciopero della fame Cercare di spingere l’università a disinvestire dalle istituzioni legate a Israele. Gli studenti di altri college, tra cui Brown e Yale, hanno iniziato quest’anno scioperi della fame simili, anche prima dell’ultima ondata di proteste.

Le proteste derivano da un conflitto iniziato quando i militanti di Hamas hanno attaccato il sud di Israele il 7 ottobre, uccidendo circa 1.200 persone, per lo più civili, e prendendo circa 250 ostaggi. Giurando di distruggere Hamas, Israele ha lanciato un’offensiva a Gaza che ha ucciso 34.500 palestinesi, due terzi dei quali donne e bambini, secondo il Ministero della Sanità nel territorio governato da Hamas. Gli attacchi israeliani hanno devastato l’enclave e costretto alla fuga la maggior parte della sua popolazione.

___

Perry fa rapporto da New York sotto forma di Meredith, New Hampshire e Marcelo. Hanno contribuito anche i giornalisti dell’Associated Press Christopher Weber a Los Angeles; Denise Lavoie a Richmond, Virginia; Ed White a Detroit e Adrian Sines a Memphis, Tennessee.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *