“SNL” mette in luce la risposta dei genitori alle proteste universitarie

“Saturday Night Live” ha preso in giro le risposte contrastanti dei genitori alla partecipazione degli studenti alle proteste universitarie di questo fine settimana.

Lo schizzo si concentrava su tre genitori in un’intervista trasmessa alla radio NY1 in cui esprimevano preoccupazione per la partecipazione degli studenti.

“Beh, è ​​stato difficile per me”, ha detto un genitore nel talk show di sketch. “Ora sono a favore della libertà di parola, ma non capisco cosa pensano di ottenere. Sta davvero mettendo a dura prova il mio rapporto con mia figlia.

“Voglio lasciare che mio figlio faccia le sue scelte. Ma ad essere onesti, è un po’ spaventoso. Queste proteste stanno diventando sempre più aggressive”, ha detto un secondo genitore.

Un terzo genitore, interpretato da Kenan Thompson, ha espresso sostegno alla protesta, finché non ha scoperto che sua figlia, una studentessa della Columbia University, avrebbe potuto partecipare al dipinto.

“Beh, penso che sia fantastico, sai, è meraviglioso. Niente mi rende più orgoglioso dei giovani che usano la loro voce per lottare per le cose in cui credono”, ha detto il personaggio di Thompson.

L’intervistatore ha risposto: “Sua figlia deve sentirsi molto supportata quando è fuori”.

“Cos’è ora? Quando sarà fuori la figlia di chi?” Ha aggiunto: “No, no, no, no, no, amico. Stai commettendo un errore. È meglio avere Bud nella classe di Alexis Vanessa Roberts.

“Invece che nel dormitorio che ho pagato, scopro che lei è in una miserabile tenda in uno di essi,” ha continuato, riferendosi ai campi allestiti dagli studenti manifestanti nel campus, con molti che dormono nelle loro tende invece che nei dormitori. . Contro la guerra a Gaza.

READ  Gli esperti dell'OMS rivedono i consigli sul vaccino Covid-19, affermano che il rischio è inferiore per bambini e adolescenti sani

Nell’intervista si diceva che credeva che suo padre fosse favorevole alla protesta studentesca.

“Sostengo la protesta dei vostri figli. Non i miei figli. I miei figli lo sanno meglio, spara. Alexis Vanessa non è pazza.

Il personaggio di Thompson ha notato il prezzo elevato in risposta alle richieste dei manifestanti della Columbia University per una “Palestina libera”.

“La mia professione è Alexis Vanessa Roberts. OK Non sta parlando di “questo è gratis” e “quello è gratis”, perché ti dirò cosa non è gratis: la Columbia,” ha detto, suscitando gli applausi del pubblico. “Cavolo, sai che volevano 68.000 dollari all’anno?”

Il personaggio di Thompson ha anche seguito la specializzazione elettiva di sua figlia, Studi afroamericani.

“Sono qui a pagare tutte quelle tasse scolastiche”, ha detto, quando gli è stato chiesto cosa fa per vivere. “Faccio tutto. Uber tutto il giorno. Uber mangia tutta la notte. Falcia i prati nei fine settimana. Vendo portafogli Gucci. il mio baule.” .Caccio quando possibile su IG.

“Si tratta di dire che si è laureata in studi afroamericani. È come se, ragazza, fossi stata nera per tutta la vita. Sai cosa vuol dire”, ha detto.

Il dipinto arriva mentre le proteste universitarie contro la guerra a Gaza si sono intensificate nei campus universitari nelle ultime settimane. In alcune scuole, tra cui la Columbia University di New York, la polizia è stata chiamata a controllare le proteste dopo che gli amministratori hanno faticato a contenere i manifestanti.

Copyright 2024 Nexstar Media Inc. Tutti i diritti riservati. Questo contenuto non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *