I Lakers stanno finalmente portando a termine il lavoro per porre fine alla loro famigerata serie di sconfitte contro i Nuggets

LOS ANGELES – Le urla hanno echeggiato in tutta l’arena di Crypto.com. È successo di nuovo.

I Nuckets erano improvvisamente a sette punti dai Los Angeles Lakers a 3 minuti e 41 secondi dall'inizio del terzo quarto del 4° quarto dopo che Michael Porter Jr. di Denver aveva inserito Gabe Vincent. I Lakers sembravano sull'orlo di un altro crollo, un'altra vittoria per mano dei Nuggets, un'altra offseason per rivalutare la loro posizione nella Western Conference.

La folla si fece silenziosa e nervosa. La panchina dei Lakers sembrava scomoda.

Tuttavia, al possesso successivo, D'Angelo Russell ha avuto un gioco di ripresa dopo l'uovo di papera di Gara 3, attirando l'attenzione di diversi difensori dei Nuggets e sparando un passaggio no-look al Vincent 3 nell'angolo destro. Tre possedimenti dopo, Anthony Davis ha superato Porter e Nikola Jokic, connettendosi su un rimbalzo offensivo – uno dei suoi 23 rimbalzi in carriera ai playoff – e Darian Prince ha calciato la palla per un 3.

Crisi scongiurata, almeno temporaneamente.

I Lakers hanno vinto 119–108 ottenendo una serie di 11 sconfitte consecutive contro Denver e vincendo Gara 4 della loro serie di playoff NBA al primo turno. È stata la prima vittoria di Los Angeles su Denver dal 16 dicembre 2022, quasi 500 giorni fa. I Lakers sono ancora in svantaggio per 3-1 nella serie al meglio delle sette, ma hanno eluso le principali domande imminenti fuori stagione sullo stato dell'allenatore Darwin Hamm, sul futuro di LeBron James, su come sarà il roster la prossima stagione e altro ancora. tra giorni.

Nel frattempo, lunedì hanno la possibilità di prolungare ulteriormente la loro stagione in Gara 5.

“Bene, la nostra unica possibilità è giocare la prossima partita”, ha detto James. “Ci siamo dati un'altra vita. Ci siamo dati un'altra ancora di salvezza, questa è una striscia positiva per noi.

Vai più in profondità

“Sapevamo che dovevamo essere migliori”: i difetti dei Nuggets alla fine sono costati loro contro i Lakers

Dopo essere caduti per tre partite nel secondo tempo, i Lakers hanno tenuto il passo dei Nuggets in Gara 4. Dopo essere entrati in Gara 4 meno-42 nella seconda metà della serie, sono stati superati 60-58 nella seconda metà.

READ  Devastazione di Gaza mentre Israele lancia la guerra a Hamas: aggiornamenti in tempo reale

In quattro partite, i Lakers sono stati in vantaggio con il 70,8% in 192 dei 136 minuti della serie. Al contrario, i Nuggets hanno condotto solo il 21,8% dei minuti della serie, e il restante 7,4% ha pareggiato.

Nonostante siano stati in vantaggio per due terzi della serie, la sconfitta dei Lakers in tre partite su quattro è stata un atto d'accusa per la sconfitta in Gara 2, quando hanno perso 20 punti di vantaggio negli ultimi 22 minuti. Se i Lakers avessero resistito e vinto quella partita, la serie sarebbe stata pareggiata 2-2, e i Lakers avrebbero avuto più slancio nonostante il vantaggio sul campo di casa.

“Voglio che vinciamo (la serie) 4-0”, ha detto la guardia dei Lakers Austin Reaves. “Le opportunità non sono a nostro favore. Ma ogni volta che riusciamo a galleggiare sopra l'acqua, abbiamo la possibilità di fare qualcosa di speciale. Siamo pronti per la sfida.

Più di ogni altra cosa, il successo dei Lakers è importante per la loro psiche.

I Lakers, che lo ammettano o no, in un certo senso hanno avuto le pepite in testa. Ogni volta che la partita si avvicina o i Nuggets vanno in allungamento, i Lakers iniziano a stringersi e a farsi prendere dal panico. Denver è la squadra migliore e, soprattutto, la migliore squadra in fase di crunch. Ma i Lakers avrebbero dovuto vincere almeno alcune di quelle 11 serie di sconfitte consecutive.

Il fatto che i Lakers fossero pronti ad accettare la sfida in Gara 4, salvando la loro stagione e finalmente uccidendo alcune delle storie associate ai loro demoni di Denver, è una testimonianza della lotta e dello spirito della squadra.

“Un bel giorno per essere vivi per essere vivi”, ha detto Hamm. “Questa è la notizia di ieri e quella di oggi. Una vittoria in una sola partita. Dobbiamo concentrarci, riorganizzarci e avere la stessa mentalità andando a Denver.

James ha guidato i Lakers con 30 punti (14-23 al tiro), di cui 14 nel quarto quarto. Diciotto dei suoi 23 tentativi di tiro sono arrivati ​​nell'area, mentre bombardava i Nuggets con una dieta costante di palla prepotente. Ha caricato sul ferro, ha pubblicato disallineamenti e ha colpito i jumper di turnaround. La superstar 39enne continua a dare la caccia a Jokic nei pick-and-roll.

READ  Trump si è dichiarato non colpevole delle accuse federali di possesso illegale di documenti riservati

Davis ha segnato 25 punti (tiri 11 su 17), i suddetti 23 rimbalzi, sei assist da record per la squadra e un blocco da record per la squadra in 42 minuti. Jokic ha segnato 33 punti, 14 rimbalzi e 14 assist sabato ed è stato il miglior giocatore della serie. È il miglior giocatore al mondo e il favorito per vincere il suo terzo MVP. Ma Davis ha reso la lotta più competitiva rispetto alla scorsa stagione, allungando il suo grande compagno di squadra. Per la serie, Davis ha segnato una media di 30,5 punti (con il 62,2% di tiri) e 15,8 rimbalzi a partita.

“AD non deve dimostrare nulla a nessuno”, ha detto James. “È uno dei migliori lunghi che abbiamo nel calcio, uno dei migliori lunghi al mondo. Lo ha dimostrato ancora una volta nelle prime quattro partite.

Reaves ha aggiunto 21 punti e sei assist da record per la squadra. Hachimura ha segnato nove punti record in serie in 22 minuti da record stagionale. Prince ha segnato nove punti in serie in 29 minuti, 17 dei quali nel secondo tempo.

Ma la prestazione altalenante è arrivata da Russell, che è rimbalzato dalla sua ciambella in Gara 3 segnando 21 punti al tiro 8 su 15, inclusi quattro 3. Dopo aver messo in panchina Russell in Gara 4 delle finali della Western Conference la scorsa stagione, Hamm è rimasto con Russell e lo ha mantenuto come titolare.

Ho molta fiducia in lui”, ha detto Hamm.

Quando ha trasmesso quel messaggio dopo la partita, Russell, che ha rifiutato due richieste di parlare con i giornalisti dopo Gara 3, ha dato una risposta fiduciosa.

“Lo apprezzo, ma credo in me stesso più di chiunque altro”, ha detto Russell. “Non ne ho bisogno, ma lo apprezzo.”

I Lakers hanno fatto bene la maggior parte delle piccole cose in Gara 4. Hanno superato Denver per 46-40, tenendo Aaron Gordon a tre rimbalzi e zero rimbalzi offensivi, rispettivamente 15 e 5, in Gara 3. LA ha battuto Denver di 14 punti. -5 nei punti seconda chance. Hanno anche dominato la battaglia, superando i Nuggets 72-52.

Nessuna squadra NBA si è mai ripresa da uno svantaggio di 3-0 in serie. Ma se c'è un giocatore che ha vissuto un ritorno significativo, è James, che ha portato i Cleveland Cavaliers alla vittoria per 3-1 in serie sui Golden State Warriors, vincitori di 73 vittorie, nelle finali NBA del 2016. Allo stesso modo, James è il leader di tutti i tempi della NBA nelle prestazioni da 30 punti nelle partite ad eliminazione con 19.

“La partita di lunedì è la partita più importante della stagione per noi, lo capiamo, lo sappiamo, quindi nel momento in cui perdi, sei finito”, ha detto James. “Vincerai, continua così.”

I Lakers sono fiduciosi di poter andare avanti. Nel frattempo, Gara 5 sarà il test più importante finora.

I Lakers sono 0-3 a Denver in questa stagione e solo 21-23 in trasferta (compresi il torneo in-season, il torneo play-in e i playoff). Denver avrà sicuramente una motivazione in più dopo aver perso una partita decisiva e aver finalmente ridato vita ai Lakers. “Il pubblico della sala da ballo sarà entusiasta di cantare,chi è tuo padre” e terminare la stagione dei Lakers.

Nonostante Gara 5 e la conclusione della serie, la vittoria di sabato ha rimosso una dura barriera mentale dalla sconfitta e ha reso questa serie di basket più casual.

“È difficile da spazzare via”, ha detto Davis. “Nessuno vuole quella sensazione, soprattutto in estate. Devi convivere con quella sensazione per tutta l'estate. Quindi non ne abbiamo parlato. Sapevamo cosa era in gioco. Nessuno vuole quella sensazione in bocca per tutta l'estate. Il modo in cui abbiamo giocato stasera è il modo in cui dobbiamo giocare per il resto della serie”, ha detto.


(Foto in alto: Ronald Martinez/Getty Images)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *