I leader africani hanno incontrato Putin nell’ambito di una missione di pace per l’Ucraina

Collaboratore/Getty Images

Il presidente russo Vladimir Putin parla durante un incontro con i leader africani al Palazzo di Costantino a Strelna il 17 giugno a San Pietroburgo, in Russia.



Cnn

I leader africani si incontrano per mediare il conflitto in Ucraina Il presidente russo Vladimir Putin Sabato a San Pietroburgo.

Lo scopo della delegazione è quello di portare le parti in guerra al tavolo dei negoziati, anche se è meno probabile che entrambe le parti lo facciano.

Molti Paesi africani sono stati colpiti dalla guerra in Ucraina, al suo secondo anno, con l’aumento dei prezzi dei cereali in particolare.

Un comunicato diffuso dall’ufficio del presidente sudafricano Cyril Ramaphosa ha confermato il suo arrivo a San Pietroburgo insieme ai leader di Zambia, Comore, stampa congolese, Egitto, Senegal e Uganda.

La missione sta “cercando un percorso di pace per il conflitto di 16 mesi tra Ucraina e Russia, che ha causato un impatto economico devastante, perdita di vite umane e instabilità globale”, afferma la dichiarazione.

Capi Visitato Kiev Venerdì ha in programma di incontrare il presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

Inizialmente sono stati accolti da esplosioni e costretti a rifugiarsi nei bunker mentre gli attacchi aerei russi colpivano la capitale.

Belle foto

Il presidente sudafricano Cyril Ramaphosa e il presidente russo Vladimir Putin

Ramaphosa ha esortato Zelensky a “negoziare la pace” ed ha espresso preoccupazione per il fatto che il continente africano soffrisse di un conflitto prolungato.

Ma Zelenskyj ha respinto i tentativi di portare immediatamente Kiev al tavolo dei negoziati e ha escluso qualsiasi colloquio di pace con la Russia fino a quando le truppe di Mosca non lasceranno i confini del suo paese.

READ  Warriors-Lakers Game 4 aggiornamenti live, formazioni, rapporto sugli infortuni, come guardare, canale TV

“Oggi ho chiarito più volte nel nostro incontro che consentire qualsiasi negoziato con la Russia perché l’aggressore è sulla nostra terra significa congelare la guerra, congelare il dolore e la sofferenza”, ha detto in una conferenza stampa dopo l’incontro.

L’ufficio di Ramaphosa ha precedentemente descritto lo sforzo di pace come “la prima volta che l’Africa si è unita dietro una risoluzione di un conflitto al di fuori del nostro continente, e un gruppo di capi di stato e di governo africani stanno viaggiando insieme nel tentativo di trovare un modo. Pace a questo conflitto .”

L’Occidente ha criticato alcuni paesi africani per non aver condannato l’invasione russa dell’Ucraina e si è astenuto dal votare all’Assemblea generale delle Nazioni Unite per condannare l’invasione.

Nel frattempo, il sudafricano Ramaphosa è chiaro che “non prenderà posizione nella competizione tra potenze globali” e sta spingendo per una fine negoziata del conflitto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *