Il fondatore di Celsius, Alex Mashinsky, è stato arrestato e accusato di frode

Ottieni aggiornamenti gratuiti della rete Celsius

Alex Mashinsky, il fondatore del prestatore di criptovalute in bancarotta Celsius Network, è stato arrestato dalle autorità statunitensi e accusato di frode e manipolazione del mercato.

I pubblici ministeri sostengono che Mashinsky abbia ingannato gli investitori, incanalando miliardi di dollari in Celsius descrivendola come una “banca moderna in cui i clienti possono depositare in sicurezza criptovalute e guadagnare interessi”.

Un atto d’accusa, svelato poco dopo l’arresto di Mashinsky giovedì, affermava invece che la piattaforma di criptovaluta operava come “un fondo di investimento rischioso”, portando Celsius a credere agli investitori.

Un procedimento penale avviato dai pubblici ministeri federali a Manhattan sostiene che Celsius abbia anche utilizzato il denaro di alcuni clienti per manipolare il mercato di un token di criptovaluta chiamato CEL. Questo, hanno detto, ha permesso loro di vendere le proprie quote del token Celsius a un prezzo superiore al suo valore di mercato.

Celsius, gestita da un gruppo di esperti di ristrutturazione guidati dall’ex banchiere di JPMorgan Chase Chris Ferraro, ha accettato la responsabilità del suo ruolo nel presunto schema, secondo un accordo di non accusa con il Dipartimento di Giustizia rilasciato giovedì.

Mashinsky doveva comparire in tribunale a New York giovedì pomeriggio. Ronny Cohen-Bavon, l’ex direttore delle entrate di Celsius accusato nel caso, vive in Israele e i pubblici ministeri hanno affermato di ritenere che fosse all’estero.

Giovedì, tre autorità di regolamentazione statunitensi hanno intentato cause civili parallele.

La Securities and Exchange Commission sta cercando di multare Mashinsky e bandirlo dal settore delle criptovalute, mentre la Commodity Futures Trading Commission e la Federal Trade Commission chiedono sanzioni pecuniarie.

READ  Nuova mappa delle nevicate, 2 turni separati di neve

Il direttore dell’applicazione della SEC Gurbir Grewal ha affermato che la sua agenzia sta lavorando per proteggere gli investitori persi. “Alla fine, l’elaborata truffa crittografica degli imputati è crollata sotto il suo stesso peso”, ha detto, “quando le loro bugie… non potevano più sostenere la piattaforma Celsius.

Un avvocato di Celsius o Mashinsky non ha risposto immediatamente alle richieste di commento.

Celsius ha presentato istanza di fallimento lo scorso luglio quando i popolari token Bitcoin ed Ether hanno perso più della metà del loro valore dopo il fallimento del 2022 nei mercati delle criptovalute.

Nel mese precedente, aveva bloccato centinaia di migliaia di investitori dai loro fondi in risposta alle richieste di prelievo in costante aumento.

“Mashinsky è stato citato in giudizio dal procuratore generale di New York Letitia James a gennaio per aver frodato investitori di centinaia di migliaia di… miliardi di dollari di criptovaluta”. Ha negato l’illecito.

I suoi avvocati hanno affermato a maggio che l’affermazione di James era fondata su “conclusioni prive di fondamento” e che “il declino definitivo di Celsius è stato causato da una serie di catastrofici eventi esterni”.

Tuttavia, in una causa intentata giovedì, la SEC ha accusato Celsius di impegnarsi in “pratiche commerciali rischiose” e di emettere prestiti non garantiti per generare reddito, “mettendo l’intera società Celsius a grave rischio”. “Celsius ha spesso pagato più dell’80% dei suoi guadagni per soddisfare gli obblighi di pagamento degli interessi della società, una pratica commerciale nascosta agli investitori”, ha aggiunto.

La SEC ha aggiunto che Celsius e Mashinsky hanno affermato falsamente che la piattaforma avesse 1 milione di utenti attivi, mentre i dati interni dell’azienda, al contrario, affermavano che circa 500.000 utenti avevano depositato risorse crittografiche.

READ  2 elicotteri della Marina giapponese si schiantano durante l'esercitazione, uccidendone uno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *