Le azioni asiatiche sono in uno stato d’animo contemplativo in vista di una settimana ricca di utili

  • Borse asiatiche:
  • Il Nikkei è salito dello 0,2% durante gli scambi lenti, mentre i futures sulle azioni statunitensi sono scesi
  • La riunione della BOJ è un segnalibro di dati occupato
  • Gli analisti sono alla ricerca di guadagni tecnologici per battere la strada

SYDNEY, 24 aprile (Reuters) – Le azioni asiatiche sono state per lo più in ribasso lunedì dopo una settimana ricca di dati economici e riunioni delle banche centrali, con gli utili delle società tecnologiche che finora quest’anno hanno sottoperformato l’S&P 500.

L’azione del mercato è stata attenuata dopo che l’indagine sorprendentemente forte sull’attività commerciale di venerdì ha rafforzato la tesi di tassi di interesse più elevati.

Il più ampio indice MSCI di azioni dell’Asia-Pacifico al di fuori del Giappone (.MIAPJ0000PUS) è ​​sceso dello 0,4%, mentre il Nikkei giapponese (.N225) è salito dello 0,2%. Le blue chip cinesi (.CSI300) sono scese dello 0,4%.

In Australia, i titoli minerari ( .AXJO ) hanno registrato una certa debolezza mentre il Cile si è mosso per aumentare il controllo statale sulla sua industria del litio, che detiene le maggiori riserve mondiali di metallo per batterie.

Sia i futures EUROSTOXX 50 che i futures FTSE sono stati poco cambiati. I futures S&P 500 e Nasdaq sono scesi dello 0,3% in vista di una settimana intensa di utili.

Apple Inc ( AAPL.O ) e Microsoft Corp ( MSFT.O ) da sole hanno rappresentato la metà dei guadagni dell’S&P 500 fino a marzo, quindi c’è più da fare sulle loro prospettive.

Nonostante il recente rumore del mercato, riteniamo che Microsoft, Amazon e Google dovrebbero fornire risultati cloud che soddisfino le aspettative di Street1Q questa settimana”, hanno affermato gli analisti di Wedbush Securities.

READ  SpaceX rilascia gli aggiornamenti live di Starship Orbital

“Riteniamo che la narrazione chiave della stagione degli utili tecnologici sarà la corsa agli armamenti dell’IA, con ogni grande attore tecnologico che aggiorna gli investitori sulle proprie ambizioni/strategia di monetizzazione dell’IA, mentre Redmond combatte contro Google e altri giganti della tecnologia per il trofeo dell’IA .”

La Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti potrebbe votare questa settimana su un piano repubblicano per aumentare il tetto del debito in cambio di tagli alla spesa. Le scarse entrate fiscali significano che il governo finirà i soldi prima del previsto.

I dati sui salari statunitensi e sulla crescita economica previsti per questa settimana rafforzeranno la tesi per un ulteriore inasprimento. L’influente tracker del PIL Now della Fed di Atlanta ha mostrato che l’economia statunitense è cresciuta a un tasso annualizzato del 2,5% nel primo trimestre, in calo di poco rispetto al trimestre precedente.

Bhoj ha un nuovo capo

I mercati stanno scontando una probabilità dell’86% che la Federal Reserve alzerà i tassi di un quarto di punto nella riunione della prima settimana di maggio e si aspettano pienamente un aumento simile dalla Banca centrale europea. ,

Le banche centrali in Canada e Svezia si incontreranno questa settimana, ma la maggior parte dell’attenzione si concentrerà sul primo incontro presieduto dal nuovo governatore della Banca del Giappone, Kazuo Ueda.

Ueda ha dichiarato lunedì che l’allentamento delle politiche dovrebbe continuare poiché l’inflazione è ancora al di sotto del 2% su base tendenziale.

Solo tre dei 27 economisti intervistati da Reuters si aspettano che la BOJ inizi presto a ridimensionare la sua politica di controllo della curva dei rendimenti (YCC), ma ci sono rapporti secondo cui la banca centrale sta valutando la possibilità di condurre una revisione completa dell’impatto del suo allentamento.

READ  Tom Sandoval rompe il silenzio sulla separazione di Ariana Maddix

“Il contesto dei media suggerisce che l’YCC non dovrebbe aspettarsi cambiamenti, ma la scritta è sul muro e il rischio potrebbe essere un cambiamento più sostanziale alla prossima riunione”, ha affermato Tabas Strickland, responsabile dell’economia di mercato di NAB.

Al contrario, lunedì il capo della banca centrale belga ha avvertito in un articolo del FT che gli investitori stanno sottovalutando quanto aumenteranno i costi di indebitamento nell’eurozona.

La divergenza nella politica tra il Giappone e altri paesi sviluppati ha visto lo yen indebolirsi costantemente nelle ultime settimane, soprattutto quando l’euro ha toccato i massimi di sei mesi.

La moneta unica è stata scambiata a 147,56 yen contro il dollaro lunedì a 134,35.

L’euro si è mantenuto a $ 1,0980, al di fuori del suo recente massimo di un anno di $ 1,1075.

Un aumento dei rendimenti del dollaro e delle obbligazioni ha pesato sull’oro, che è sceso dell’1,2% la scorsa settimana a 1.979 dollari l’oncia.

Il grano di Chicago è aumentato di quasi l’1% dopo che la Russia ha minacciato di annullare un accordo sul grano che consentiva le esportazioni ucraine.

Anche i prezzi del petrolio sono scesi la scorsa settimana, sebbene i tagli alla produzione pianificati dall’OPEC abbiano fornito un certo supporto.

Lunedì il Brent è sceso di 66 centesimi a 81,00 dollari al barile, mentre il greggio statunitense è sceso di 67 centesimi a 77,20 dollari al barile.

Segnalazione di Wayne Cole; Montaggio di Christopher Cushing

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *