Il GOP dell’Alabama sfida l’ordine della Corte Suprema, rifiuta di disegnare il secondo distretto nero

Questa settimana i repubblicani dell’Alabama hanno respinto le richieste di disegnare un secondo distretto congressuale a maggioranza nera, disegnando invece mappe che secondo i democratici e gli avvocati ignorano completamente una recente sentenza della Corte Suprema degli Stati Uniti.

Un tribunale federale lo scorso anno ha ordinato di ridisegnare la sua mappa del Congresso per includere due distretti con una maggioranza di elettori neri in età di voto, “o qualcosa di molto simile”. La Corte Suprema ha confermato la sentenza quest’anno, spingendo il legislatore a convocare una sessione speciale per ridisegnare la mappa questa settimana.

Ma venerdì, la legislatura controllata dai repubblicani è pronta a approvare una mappa con un seggio a maggioranza nera. Attualmente stanno prendendo in considerazione due bozze: una mappa della Camera che includa un secondo distretto nero al 42% e una mappa del Senato che includa un distretto nero al 38%. I legislatori dovrebbero incontrarsi venerdì nel comitato della conferenza per scegliere una di quelle mappe o un compromesso.

Ciò non offre agli elettori neri una reale possibilità di vincere seggi al Congresso, hanno affermato democratici e sostenitori nelle interviste e in sala.

“È un’opportunità per fallire”, afferma il Sen. Rodger Smitherman, un democratico di Birmingham, ha detto del piano del Senato.

Molti a Washington stanno osservando da vicino le linee distrettuali mentre le battaglie di riorganizzazione si svolgono nei tribunali di Alabama, New York, Carolina del Nord, Georgia, Texas e altri stati per determinare il controllo del Congresso.

Il presidente della Camera Kevin McCarthy, R-Calif., Sen. Il rappresentante Tommy Tuberville, R-Ala., E la maggior parte dei rappresentanti del Congresso dell’Alabama hanno contattato i legislatori repubblicani, ha detto il presidente della Camera dello stato repubblicano Nathan Ledbetter.

READ  Ticketmaster offrirà un rimborso parziale sui biglietti per The Cure Tour - Deadline

Notando il passato di Tuberville come allenatore di calcio alla Auburn University, il portavoce Steven Stafford ha dichiarato in una e-mail: “L’allenatore vuole che le mappe siano corrette e che tutti gli Alabami siano ben rappresentati. Spera che i legislatori statali dell’Alabama lo facciano bene”.

McCarthy ha cercato di mobilitare gli sponsor ed è preoccupato per il mantenimento della sua maggioranza, ha detto Ledbetter, mentre Tuberville ha chiamato giovedì mattina per dire di essere sorpreso che la Corte Suprema si sia pronunciata contro lo stato, data l’inclinazione conservatrice della corte.

“Era sorpreso che ci trovassimo in questa situazione”, ha detto Ledbetter. “L’Alabama ha molti occhi.”

McCarthy ha confermato a NBC News di aver parlato con “una manciata” di legislatori dell’Alabama.

“Voglio sapere dove stanno andando e se stanno accadendo”, ha detto. “So che i Democratici si stanno impegnando molto per ridisegnare New York. … Penso che le persone debbano essere più eque nel processo per vedere cosa sta succedendo. Voglio sapere cosa succederà lì”.

‘Flip’ Corte Suprema

I repubblicani hanno insistito sul fatto che avrebbe dato agli elettori neri la possibilità di scegliere i rappresentanti di loro scelta come richiesto dal tribunale, ma i democratici, gli esperti di diritti di voto e i gruppi che hanno citato in giudizio le mappe originali non erano d’accordo.

Il rappresentante di stato Juandelyn Given, un democratico di Birmingham, ha espresso shock per il fatto che i legislatori del GOP avrebbero “ribaltato palesemente la Corte Suprema degli Stati Uniti” con la mappa in discussione questa settimana.

Kareem Clayton dell’Alabama, un esperto di riorganizzazione distrettuale presso il Brennan Center for Justice della New York University School of Law, ha affermato che il suo team ha esaminato 15 recenti elezioni per vedere come si sarebbero sviluppate le linee distrettuali proposte.

READ  Il crollo della banca della Silicon Valley attira nuova attenzione sulla legge bancaria di Trump

Hanno scoperto che il candidato preferito dagli elettori neri avrebbe vinto quattro volte su 15 secondo il piano della Camera, mentre gli elettori neri potevano scegliere il loro candidato preferito solo una volta secondo il piano del Senato. Quella vittoria fu di breve durata, derivante da un notevole contraccolpo: l’ex Sen. Lo storico sconvolgimento di Doug Jones per Roy Moore, il repubblicano accusato di aver abusato sessualmente di un adolescente.

“La tassa in entrambi i piani dà chiaramente la priorità a mantenere unita la costa del Golfo, che la Corte Suprema ha affermato essere meno importante che offrire agli elettori afroamericani un’opportunità seria e significativa”, ha affermato.

I gruppi di voto e per i diritti civili che hanno contestato la mappa in quanto violazione del Voting Rights Act hanno promesso di combattere anche la nuova legge.

I querelanti possono presentare obiezioni all’attuale ordinanza del tribunale nelle prossime settimane e i giudici federali le esamineranno in un’udienza del 14 agosto. Se si accetta che la mappa sia un altro gerrymander razziale, il tribunale può decidere di assumere un esperto esterno per ridisegnare le mappe.

Quando il legislatore ha presentato due mappe senza un secondo distretto a maggioranza nera, i querelanti hanno espresso indignazione e shock.

Marina Jenkins, direttrice esecutiva della National Rehabilitation Foundation, uno dei gruppi che ha sostenuto alcuni dei querelanti nel caso Allen v. Millikan – ha diffamato le mappe in una dichiarazione.

“I repubblicani dell’Alabama stanno deliberatamente disegnando mappe di conservazione politica a spese dei neri dell’Alabama, a dispetto della Corte Suprema e della Corte distrettuale dell’Alabama. Questa è una continuazione della lunga e brutta storia dello stato di privazione dei diritti civili degli elettori neri”, ha detto, giurando di contestare le mappe in tribunale.

READ  Due morti mentre la tempesta di neve colpisce il Canada senza elettricità

L’avvocato del NAACP Legal Defense Fund Deul Ross, che ha sostenuto il caso presso la Corte Suprema, ha affermato che i querelanti sono rimasti delusi dalle risposte dell’Alabama agli ordini del tribunale.

“Questo è il motivo per cui il Voting Rights Act è stato creato in primo luogo: la testardaggine di stati come questo”, ha detto in un’intervista. “Anche se un tribunale afferma che stanno violando la legge federale o la Costituzione, non stanno facendo la cosa giusta. È preoccupante, ma fa parte di una storia lunga e complicata negli Stati Uniti e in Alabama”.

Correzione (21 luglio 2023 8:43 ET): Il titolo di questo articolo e una versione precedente riportavano erroneamente il titolo di McCarthy. È il presidente, non il leader della maggioranza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *