Il russo Wagner afferma che l’Ucraina guadagna; Cave dice che il contrattacco non è ancora iniziato

  • Zelensky afferma che più veicoli blindati ridurrebbero le vittime
  • Kiev afferma che le forze russe si sono spinte indietro di 2 km vicino a Pakmut
  • Il Cremlino ammette che la situazione è “molto difficile”
  • Un deposito di carburante è stato colpito in territorio russo vicino al confine

11 maggio (Reuters) – Il capo dell’esercito privato russo Wagner ha detto giovedì che la tanto attesa controffensiva dell’Ucraina era già in corso e stava guadagnando terreno alla periferia della città orientale di Baghmut, mentre Kiev ha affermato che il suo sforzo principale deve ancora essere lanciato .

Le operazioni ucraine sono state “sfortunatamente, parzialmente riuscite”, ha detto Evgeny Prigozhin sui social media, aggiungendo che mercenari e detenuti reclutati dalla prigione hanno guidato la principale campagna militare della Russia a Bagmut.

Kiev afferma di aver respinto le forze russe negli ultimi due giorni vicino a Pakmut con attacchi locali su piccola scala, ma deve ancora iniziare una controffensiva che coinvolge decine di migliaia di soldati e centinaia di nuovi carri armati occidentali.

“Abbiamo bisogno di un po’ più di tempo”, ha detto il presidente Volodymyr Zelensky in un’intervista alle emittenti europee pubblicata giovedì scorso.

Le forze ucraine avevano già ricevuto abbastanza equipaggiamento dagli alleati occidentali per la loro campagna, ma stavano aspettando l’arrivo di un equipaggiamento completo per ridurre al minimo le vittime, ha detto Zelenskiy.

“Con [what we have] Possiamo andare avanti e vincere”, ha detto. “Ma perderemo molte persone. Penso che questo sia inaccettabile”.

Prigozhin, una volta una figura segreta che ha rilasciato dichiarazioni quotidiane criticando il comando russo per non aver rifornito adeguatamente i suoi combattenti, ha detto che Zelenskiy era un “inganno” e che l’offensiva ucraina era già in corso.

READ  Secondo quanto riferito, i Raptors hanno licenziato l'allenatore Nick Nurse dopo cinque stagioni

Mentre le forze di Prigozhin stanno combattendo nel centro della città, l’Ucraina sta guadagnando terreno sui suoi fianchi nelle aree difese dalle truppe russe regolari, alcune delle quali sono fuggite.

La guerra in Ucraina è a un punto di svolta, con Kiev pronta a scatenare la sua nuova controffensiva dopo sei mesi sulla difensiva, mentre la Russia lancia un’importante offensiva invernale che non è riuscita a conquistare un territorio significativo.

Gli alleati occidentali stanno inviando centinaia di carri armati e veicoli blindati in Ucraina per la sua controffensiva e hanno addestrato migliaia di truppe ucraine all’estero.

L’obiettivo principale di Mosca per mesi è stata la piccola città ucraina orientale di Baghmut, che ha rischiato di essere catturata ma rimane il suo unico premio dopo mesi della più sanguinosa guerra di terra in Europa dalla seconda guerra mondiale.

Prigozhin ha detto martedì che le forze russe sono fuggite dalle trincee, rinunciando a un pezzo di terreno a sud-ovest di Pakmut. Una divisione ucraina ha affermato di aver messo in rotta il plotone e distrutto due delle sue compagnie.

Il comandante delle forze di terra ucraine ha dichiarato mercoledì che le forze russe si sono ritirate fino a 2 km dalla linea del fronte in diversi punti.

Il ministero della Difesa russo non ha commentato le notizie, ma durante la notte il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha ammesso che la battaglia è stata “molto difficile”. Ha detto che non aveva dubbi che Bagmuth sarebbe stato “catturato e messo sotto controllo”.

Gestire le aspettative

Anticipando una controffensiva ucraina, la Russia ha ripreso gli attacchi aerei in Ucraina nelle ultime due settimane dopo quasi due mesi. Mosca afferma di aver utilizzato i droni per attaccare le aree occupate dall’Ucraina e le aree russe vicino al confine.

READ  3 persone sono morte in un incidente stradale a Nottingham, in Inghilterra

In una recente dichiarazione, il governatore della regione russa di Bryansk, al confine con l’Ucraina, ha affermato che il drone si è schiantato contro un deposito di carburante. Nessuno è rimasto ferito. Kiev non commenta tali incidenti.

La Gran Bretagna ha consegnato i missili da crociera a lungo raggio Storm Shadow all’Ucraina, ha detto giovedì un funzionario occidentale.

La CNN ha riferito per prima della decisione e ha affermato che la Gran Bretagna aveva ricevuto assicurazioni dal governo ucraino che i missili sarebbero stati utilizzati solo all’interno del territorio sovrano ucraino e non all’interno della Russia.

Alcuni funzionari ucraini hanno cercato di gestire le aspettative per la loro controffensiva, sperando in una rapida ripetizione dei maggiori successi militari dell’Ucraina lo scorso anno, che hanno respinto le forze russe dalla periferia di Kiev e riconquistato i territori occupati con sviluppi inaspettati.

La Russia è determinata a difendere il sesto territorio ucraino, che occupa e dichiara di aver annesso definitivamente. Nei sei mesi trascorsi dall’ultima grande avanzata ucraina ha costruito estese fortificazioni lungo il fronte. Penetrare attraverso un assalto corazzato sarebbe più complicato di qualsiasi cosa le forze ucraine abbiano mai tentato.

A Bruxelles, il massimo funzionario militare della NATO ha affermato che la guerra sarà sempre più una battaglia tra un gran numero di truppe russe scarsamente addestrate con attrezzature obsolete e una piccola forza ucraina con armi e addestramento occidentali migliori.

L’ammiraglio Rob Bauer, l’ufficiale olandese a capo del gruppo militare della NATO, ha affermato che la Russia sta schierando carri armati T-54, un modello più vecchio progettato negli anni del secondo dopoguerra.

READ  Il crollo del ponte I-95 a Filadelfia porta alla chiusura delle strade

Reportage di Tom Balmforth, Olena Harmash, Pavel Polityuk, David Ljunggren e Ron Popeski; Montaggio di Peter Graf, Alex Richardson, David Gregorio e Diane Croft

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *