La Camera fornisce assistenza fondamentale a Ucraina, Israele e Taiwan con i divieti di TikTok

WASHINGTON – Sabato la Camera ha approvato un pacchetto da 95 miliardi di dollari che comprende due progetti di legge tanto attesi: 60,8 miliardi di dollari in aiuti all’Ucraina e 26 miliardi di dollari in aiuti a Israele.

Il disegno di legge ucraino, approvato con 311 voti a favore, 112 voti contrari e un presente, andrà ora al Senato insieme a un disegno di legge sugli aiuti a Israele e due, uno per gli aiuti a Taiwan e un altro per forzare la vendita della società madre di TikTok. piattaforma.

I legislatori hanno sventolato bandiere ucraine e hanno applaudito l'approvazione del disegno di legge sull'Ucraina. 101 repubblicani e 210 democratici hanno votato a favore, con il deputato Dan Meuser, R-Pa., che ha espresso il voto negativo. Tutti i 112 voti contrari provenivano dai repubblicani.

Il disegno di legge israeliano è stato approvato con 366 voti favorevoli e 58 contrari, con 193 repubblicani e 173 democratici che hanno votato a favore.

Sono passate settimane da quando le leggi sono state approvate Approvato dal Senato Un disegno di legge gigantesco che prevede finanziamenti per Ucraina, Israele e Taiwan, insieme a finanziamenti per la sicurezza delle frontiere. Il presidente Mike Johnson ha rifiutato di sottoporre questo disegno di legge, preferendo invece approvare tre progetti di legge separati sugli aiuti alle tre nazioni.

Il disegno di legge sugli aiuti all’Ucraina arriva in un momento critico nella guerra del Paese con la Russia, poiché il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj ha espresso l’urgente bisogno di armi e rifornimenti per continuare a difendere l’Ucraina dagli attacchi russi.

Il presidente Joe Biden e il leader della minoranza al Senato Mitch McConnell hanno elogiato la Camera per aver approvato sabato i progetti di legge sugli aiuti esteri, con Biden che ha affermato in una dichiarazione che i legislatori bipartisan “hanno votato per inviare un chiaro messaggio sul potere della leadership americana sulla scena mondiale… “

READ  I documenti di Trump sondano la resa dei conti delle scintille alla corte d'appello

“In questo punto di svolta critico, si sono riuniti per rispondere alla chiamata della storia, alla legislazione sulla sicurezza nazionale urgentemente necessaria per la quale ho lottato per mesi”, ha aggiunto.

In una dichiarazione separata, McConnell ha affermato: “L'azione di oggi avvicina questo partner fondamentale per la sicurezza nazionale ad aiutare l'America e i nostri amici a far fronte alle minacce più pericolose di una generazione. Dai campi di battaglia dell'Ucraina alle città e ai kibbutz di Israele, dal Dal Mar Rosso al Mar Cinese Meridionale, dall’America ai nostri avversari hanno cospirato per indebolire seriamente i nostri alleati e i nostri interessi globali.

La Camera ha votato sabato per costringere la società madre di TikTok a vendere o essere bandita negli Stati Uniti. Secondo il disegno di legge, ByteDance con sede in Cina deve vendere TikTok entro nove mesi – che il presidente può estendere a un anno – o dovrà affrontare un divieto a livello nazionale. La politica, che estende la scadenza per le vendite rispetto a un precedente disegno di legge della Camera con il sostegno del Senato sostenuto da Biden, rende TikTok più probabile che mai che venga bandito negli Stati Uniti.

La Camera bassa ha anche votato per dare 8,12 miliardi di dollari in aiuti a Taiwan.

Il giorno dopo aver ricevuto un raro e insolito voto di coalizione bipartisan, la Camera ha continuato a votare su quattro progetti di legge, con più democratici (165) che repubblicani (151) che hanno votato per “continuare” le misure.

Tre progetti di legge sugli aiuti esteri passano ora all’approvazione del Senato. Nel loro insieme, essi includono il pacchetto di aiuti da 95 miliardi di dollari proposto da Biden, con alcune modifiche rispetto alla versione approvata dal Senato due mesi fa.

READ  Kiev rivendica la distruzione dei missili russi
Il presidente della Camera Mike Johnson, R-La., il 17 aprile 2024 al Campidoglio.Aaron Schwartz / AP tramite Sipa USA

Rifiutare il voto ha rappresentato un atto di sfida da parte del presidente Mike Johnson, R-La., contro un'apparente fazione di ribelli conservatori contrari ai finanziamenti all'Ucraina e lo ha spinto a non sollevare la questione per un voto. Tre di loro: i rappresentanti Marjorie Taylor Green, R-Ga., Thomas Massey, R-Ky. e Paul Koser, R-Ariz. – Hanno minacciato di rimuoverlo dalla carica di Presidente. L'approvazione del disegno di legge potrebbe avvicinare Green ad un voto per rimuoverlo.

Dopo mesi di vacillamento, Johnson ha sostenuto Biden, democratici e repubblicani che credono che aiutare l’Ucraina a respingere l’aggressione russa sia vitale per gli interessi di sicurezza nazionale degli Stati Uniti, citando i briefing che ha ricevuto e avvertendo: “Vladimir Putin marcerà attraverso l’Europa. Consentito”.

“Preferirei mandare proiettili in Ucraina piuttosto che ragazzi americani”, ha detto Johnson ai giornalisti, sottolineando che suo figlio entrerà nell'Accademia Navale quest'anno. “È un'esercitazione a fuoco vivo per molte famiglie americane. Non è un gioco, non è uno scherzo.

Prima del voto, l’ex presidente Donald Trump ha rilasciato una dichiarazione confusa in cui simpatizzava sia con le fazioni pro che anti-Ucraina del GOP, senza prendere una posizione chiara.

Si prevede che i progetti di legge saranno raggruppati e inviati al Senato, che dovrà votare l’intera legislazione per inviarla alla scrivania di Biden per la firma. Non è chiaro quando ciò accadrà, ma il leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer, DNY e McConnell sono stati espliciti sostenitori delle disposizioni sugli aiuti esteri contenute nel pacchetto.

READ  La parata militare "un carro armato" di Putin è stata motivo di imbarazzo per la Russia

“Spero che il presidente Biden riceva presto sulla sua scrivania i finanziamenti tanto attesi per sostenere i nostri amici in Ucraina, Israele e nell'Indo-Pacifico e per aiutare i civili innocenti bisognosi di assistenza umanitaria a Gaza e nel mondo”, ha affermato Schumer. Prima del voto della Camera, aveva avvertito che le speranze dell’Ucraina contro la Russia sarebbero diminuite senza ulteriori armi statunitensi per difendersi.

Venerdì scorso, Schumer ha detto che stava lavorando per convincere il Senato a raggiungere un accordo unanime per passare rapidamente al voto sulla legislazione sugli aiuti esteri. “Stiamo lavorando a un accordo per prendere in considerazione un compagno”, ha detto nell'aula del Senato.

McConnell ha dichiarato all’inizio di questa settimana: “Ecco la realtà politica: se pensate che la caduta dell’Afghanistan sia grave, sarebbe impensabilmente peggio che una capitale europea come Kiev cadesse in mano alle truppe russe, e se gli aiuti statunitensi si congelassero, quel risultato non sarà possibile. Domanda in cui la colpa ricade su di noi.” .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *