Sen. Kirsten Cinema non cercherà la rielezione in Arizona, lasciando aperto un seggio chiave al Senato

Washington -Sen. Kirsten Sinema ha annunciato martedì che non cercherà la rielezione in Arizona a novembre.

“Lascerò il Senato alla fine di quest'anno perché sono civile, comprendo, ascolto, lavoro insieme per fare le cose”, ha annunciato. Rapporto video.


Sinema si staccò dal Partito Democratico e divenne indipendente nel 2022. Ma continua a caucus con i democratici, contribuendo a mantenere la loro ristretta maggioranza nella camera alta.

Se avesse deciso di candidarsi per un secondo mandato avrebbe dovuto affrontare una dura rielezione. Il suo ritiro sarà una corsa a doppio senso tra il deputato democratico Ruben Gallego e il repubblicano Gary Lake per un seggio che aiuterà a determinare il controllo del Senato.

Steve Daines, capo della divisione elettorale dei repubblicani al Senato, ha affermato che la sua uscita “crea un'opportunità unica per i repubblicani di costruire una maggioranza duratura al Senato questo novembre”.

“Recenti sondaggi mostrano che Kirsten Cinema ha attirato più elettori repubblicani che democratici, e la sua decisione di ritirarsi aumenta le possibilità di Kari Lake di ribaltare la poltrona”, ha detto Daines in una nota.

Sinema, che nel 2018 è diventato il primo democratico a vincere il suo seggio in Arizona in 30 anni, ha accusato la crescente faziosità della sua decisione di lasciare il Congresso.

“Attraverso l'ascolto, la comprensione e il compromesso, abbiamo ottenuto risultati concreti che renderanno l'America più sicura, più forte e più prospera”, ha affermato. “Nonostante la modernizzazione delle nostre infrastrutture, la garanzia di acqua pulita, la fornitura di buoni posti di lavoro e comunità sicure, gli americani scelgono ancora di ritirarsi nei loro angoli partigiani. Queste soluzioni sono considerate fallimenti perché sono troppe o non abbastanza. Niente, il risultato è più importante di picchiare l'altra persona.”

Si è posizionato come un moderato che potrebbe aiutare a negoziare accordi bipartisan, dandogli più potere di un senatore matricola e spesso facendo arrabbiare i colleghi democratici. Sinema è stato recentemente uno dei principali negoziatori nei negoziati per creare un accordo per migliorare la sicurezza al confine meridionale e rivedere parti chiave della legge statunitense sull’asilo. Il piano del gruppo Tra i repubblicani la cosa è finita con il bottoQualche settimana fa aveva chiesto misure più severe alle frontiere.

“Le importanti vittorie politiche di questi tempi sono simboliche, attaccano i propri avversari attraverso le notizie via cavo o sui social media”, ha affermato Cinema nella sua dichiarazione. “Riconciliazione è una parolaccia. Siamo arrivati ​​a quel bivio. E abbiamo scelto la rabbia e la divisione.”

In una dichiarazione in cui ringrazia Cinema per il suo servizio, Gallego ha chiesto il sostegno del senatore.

“Guardando al futuro, l'Arizona è a un bivio”, ha detto, facendo eco alla sua stessa affermazione. “Proteggere l'accesso all'aborto, affrontare il problema dell'accessibilità economica degli alloggi, proteggere il nostro approvvigionamento idrico, proteggere la nostra democrazia: tutto questo è tra molti altri. Ecco perché democratici, indipendenti e repubblicani si stanno unendo per respingere Curry Lake e le sue condizioni pericolose. Mi unisco Il senatore Sinema in quella missione. Benvenuto a tutti gli arizonani.”

READ  Allarme tornado mentre forti tempeste si spostano nel sud della Florida

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *