Biden e McCarthy sono pronti a finalizzare un accordo sul tetto del debito domenica, ha detto Jeffries ai Democratici

Il leader democratico della Camera Hakeem Jeffries ha dichiarato domenica in una lettera che il presidente Joe Biden e il presidente Kevin McCarthy parleranno questo pomeriggio per finalizzare un accordo sul tetto del debito, e quindi un disegno di legge sarà rilasciato dai repubblicani.

Sabato sera i negoziatori hanno raggiunto un accordo di principio per estendere il tetto del debito e prevenire un default catastrofico. Il testo legislativo del disegno di legge è stato redatto dai repubblicani e sarà rivisto dall’amministrazione Biden prima di essere finalizzato, ha scritto Jeffries, DNY, in una lettera ai democratici.

Biden e McCarthy, R-Calif., dovrebbero parlare dopo le 14:00, e “presto il testo del disegno di legge sarà rilasciato dai repubblicani della Camera e sarà disponibile per la Camera, il Senato e il popolo americano”, ha scritto Jeffries. Ha aggiunto che anche i membri di vertice dell’amministrazione Biden dovrebbero informare l’House Democratic Caucus sull’accordo alle 17:00.

“Mi aspetto che nei prossimi giorni, prima di qualsiasi voto infrasettimanale pianificato dai repubblicani alla Camera, ci saranno diverse opportunità per rivedere e discutere la legislazione con l’amministrazione Biden”, ha scritto Jeffries.

Durante una conferenza stampa domenica mattina, McCarthy ha detto che lui e Biden avrebbero discusso il linguaggio del disegno di legge durante la loro telefonata più tardi quel pomeriggio per “assicurarsi che entrambe le parti fossero d’accordo”.

Ha anche affermato che il testo legislativo del disegno di legge sarà di circa 150 pagine o meno, che il 95% dei legislatori del GOP è “molto entusiasta” dell’accordo e che pensa che avrà il sostegno della maggior parte dei leader del Congresso.

“Sarà una transizione in cui il Congresso voterà per spendere meno soldi quest’anno rispetto a quelli spesi l’anno scorso”, ha detto McCarthy.

READ  Un influencer di estrema destra è colpevole di uno schema di soppressione degli elettori

L’accordo provvisorio, che dovrebbe aumentare il potere di indebitamento della nazione in cambio di tagli alla spesa, è stato raggiunto dopo settimane di negoziati guidati da Biden e McCarthy. Una volta finalizzato il linguaggio legislativo, deve passare sia alla Camera guidata dal GOP che al Senato controllato dai Democratici.

Una fonte a conoscenza dell’accordo ha detto a NBC News che include un accordo di stanziamenti di due anni e un’estensione di due anni del tetto del debito, risolvendo efficacemente il problema dopo le elezioni del 2024. Questi includono i requisiti di lavoro per qualificarsi per l’assistenza federale nell’ambito del Supplemental Nutrition Assistance Program, o SNAP, per gli americani fino a 54 anni, esclusi i senzatetto e i veterani. Ma “non ci saranno modifiche all’assistenza medica”, ha detto la fonte.

Alla domanda se avesse parlato con i leader del Senato, McCarthy ha dichiarato domenica alla sua conferenza stampa di non aver parlato con il leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer, D-N.Y., ma ha parlato con il leader della minoranza al Senato Mitch McConnell, R-Ky. L’affare “tienilo” sabato sera.

McCarthy ha detto che ha intenzione di parlare con i repubblicani del Senato dell’accordo in una teleconferenza più tardi domenica.

Sabato sera la House Republican Conference ha iniziato a distribuire una scheda informativa sull’accordo ai suoi membri e ai loro uffici, definendo l’accordo “Fiscal Responsibility Act”.

“I repubblicani ripristineranno la sanità mentale fiscale e riterranno Washington responsabile”, afferma il promemoria.

La scorsa settimana, il segretario al Tesoro Janet Yellen ha prorogato il termine al 5 giugno per agire o rischiare di sfondare il tetto del debito. In precedenza era stato meno specifico, affermando che “gli Stati Uniti finiranno i soldi prima del 1 giugno”.

READ  Mentre emergono i dettagli del crollo del ponte di Baltimora, i resti di due persone sono stati recuperati

Il dipartimento ha raggiunto il limite massimo del debito legale a gennaio e sta utilizzando “misure straordinarie” per pagare le bollette del Paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *