Furious Finishs Set the Final Four: No. Ci sono 5 teste di serie Miami, San Diego State

Domenica Miami ha superato il Texas 88-81 nel torneo NCAA maschile, assicurandosi il posto finale nelle Final Four del prossimo fine settimana a Houston, dove la squadra si unirà a San Diego State, Florida Atlantic e Connecticut. , il suo prossimo avversario.

Miami, che giocava nella sua prima semifinale nazionale, è partita velocemente ma è rimasta rapidamente dietro ai Longhorns, che hanno giocato dietro un pubblico pro-Texas.

Miami, calma e persistente, ha recuperato da un buco di 13 punti nel secondo tempo per impostare un finale furioso. Norsad Omeier ha segnato due tiri liberi chiave con la partita in parità a un minuto dalla fine e il Texas non è riuscito a rimontare.

A novembre, quando Creighton è partito per il Maui Invitational, i Bluejays si sono fermati a San Diego e il giorno successivo hanno condiviso un jet charter per le Hawaii con la squadra dello Stato di San Diego. I ricordi della vittoria straordinaria di Creighton sullo Stato di San Diego nel primo turno del torneo NCAA maschile del marzo precedente potrebbero aver portato ad alcuni momenti imbarazzanti.

Ma due allenatori, Greg McDermott di Creighton e Brian Dutcher di San Diego State, si sono seduti dall’altra parte del corridoio, guardando film sui loro laptop, scambiando rapporti di scouting e parlando della possibilità di un ritorno all’inizio della stagione. Concorrenza.

Almeno non l’hanno fatto. Le squadre sono tornate a San Diego, hanno lasciato gli Aztechi e gli allenatori – e le loro squadre – si sono salutati.

Ci vediamo sulla strada.

Quel percorso tortuoso ha portato entrambe le squadre in luoghi in cui non erano mai state prima, con allenatori e giocatori – tra cui due fratelli, Arthur Kaluma di Creighton e Adam Sieko dello stato di San Diego – che si meravigliavano della serendipità di tutto ciò.

“Non avrei mai pensato che avremmo giocato qui o provato a rubare alcune chiamate di gioco dal suo sistema”, ha detto Dutcher.

Lo stato di San Diego, che ha partecipato solo due volte al secondo fine settimana del torneo NCAA, affronterà sabato la nona testa di serie della Florida Atlantic, campionessa della regione orientale, nella partita del campionato nazionale a Houston.

Il gioco decisivo è arrivato quando lo stato di San Diego ha esaurito il tempo sul tiro finale.

Trammell è entrato in corsia con Ryan Nembhard sul fianco destro e ha scatenato un galleggiante che ha sfiorato il bordo mentre suonava il cicalino. Ma mentre Trammell giaceva in campo, il fischio dell’arbitro Lee Cassel suonò.

Ben presto, Trammell ha rimesso in piedi il pubblico e si è diretto verso la linea di fallo, con quattro compagni di squadra dietro di lui – e l’intera panchina azteca – che bloccavano le braccia. Il primo tiro libero di Trammell è uscito dal ferro e il ruggito della folla è diventato ancora più forte.

Ne prese due gocce, fece un respiro profondo e aspirò la successiva.

Baylor Shearman, che giocava come quarterback al liceo, ha spinto la palla dentro e ha lanciato un passaggio lungo a Kaluma e Akuk Arop dello stato di San Diego vicino all’altra linea di fondo. Hanno ribaltato la palla fuori limite mentre suonava il cicalino. Tuttavia, gli arbitri hanno riportato entrambe le squadre in panchina e hanno rivisto il gioco per vedere chi ha toccato la palla per ultimo e se c’era ancora tempo.

Dopo pochi minuti, hanno giudicato che il tempo era scaduto. I giocatori dello stato di San Diego si sono precipitati in campo per festeggiare.

Gli ultimi sei secondi “sembravano un’eternità”, ha detto in campo l’attaccante di San Diego State di Omaha Arop dopo che lui ei suoi compagni di squadra hanno tagliato le reti.

McDermott, che ha urlato contro gli ufficiali mentre lasciava l’aula, ha detto di non essere stato in grado di ottenere una spiegazione per il verdetto, dicendo che era scaduto il tempo. La NCAA ha affermato in una dichiarazione che la revisione indicava che l’orologio era in ritardo. McDermott ha rifiutato di criticare la chiamata sbagliata.

READ  Alcuni stati del Midwest potrebbero vedere l'aurora boreale la prossima settimana - NBC Chicago

“Entrambe le squadre hanno giocato a gambe levate”, ha detto. “L’ufficialità fa parte del gioco. Non ci andremo. Abbiamo perso una partita perché non abbiamo fatto abbastanza e il San Diego State ha perso.

Dutcher ha elogiato McDermott per una controversa chiamata sbagliata, citando il suo tempo come assistente al Michigan quando Seton Hall ha battuto Seton Hall per il campionato nazionale del 1989. “Difficile. Facciamo tutti un po’ di grazia perdendo anche se non accettiamo l’invito”, ha detto Dutcher.

La guardia dello stato di San Diego Lamond Butler aveva 18 punti al tiro 8 su 11 ed era pronta a tirare il tiro finale fino a quando Creighton non gli ha commesso fallo a sei secondi dalla fine, costringendo gli Aztechi a portare la palla fuori campo ma anche scappando dal cronometro dei 24”. .

Trammell, della Seattle University, ha segnato 21 punti per aiutare a guidare lo stato di San Diego oltre l’Alabama, facendo solo 5 dei suoi 14 tentativi di tiro e non arrivando mai alla linea di tiro libero. L’ultimo secondo.

Quando è salito sulla linea dopo aver saltato il suo primo tentativo, Trammell ha detto di aver ricordato a se stesso che aveva fatto 1.000 tiri liberi la scorsa settimana e che il momento non era un grosso problema per lui. “Dovevo crederci”, ha detto. “Con quella fiducia, sì, mi sono perso il primo, ma sicuramente non mi perderò il secondo.”

Lo stato di San Diego, che gode di un forte vantaggio sul campo di casa, è stato un contendente regolare della NCAA alla Mountain West Conference, ma è stato messo in ombra dai team della Gonzaga e della Pac-12 Conference. Tuttavia, questo è il momento in cui il programma sperava da tempo arrivasse.

“Immagini la speranza quando dormi, immagini la speranza quando lavori e speri che il sogno diventi realtà”, ha detto Nathan Mensah, centro senior di 6 piedi e 10 di San Diego State, che ha contribuito con 8 punti e 6 rimbalzi. e 3 moduli. “Finalmente quel sogno si è avverato per noi”.

Contro il basket muscoloso e metodico dello Stato di San Diego, l’abile e fluida offensiva di Creighton si è sviluppata in stili contrastanti.

READ  Jill Biden esamina più da vicino la siccità dell'Africa orientale

È stato per lo più giocato al ritmo preferito di San Diego State, ma Creighton ha giocato quasi esclusivamente in vantaggio, trattenendo ripetute cariche azteche fino agli ultimi minuti.

Dopo che Creighton ha preso un vantaggio di 28-20, spronato dalla folla vestita di blu, lo stato di San Diego ha finalmente capito come impedire al centro di 7 piedi-1 dei Bluejays Ryan Kalkbrenner di tuffarsi sul bordo. Per usare l’alley-oop o le sue ingegnose mosse in post. Mensah ha svolto un lavoro da yeoman contro Kalkbrenner, che ha guidato Creighton con 17 punti.

Quando Trammell ha affondato un saltatore vicino alla linea di tiro libero, San Diego State ha finalmente ottenuto un vantaggio a meno di tre minuti dalla fine del tempo. Ma Creighton non ha concesso un altro canestro e ha condotto 33-28 all’intervallo.

Lo stato di San Diego è uscito precipitosamente dagli spogliatoi e quando Mensah ha bloccato tentativi di tiro consecutivi, innescando il contropiede di Butler, gli Aztechi hanno preso il loro primo vantaggio sul 35-34.

Ancora una volta, non è durato a lungo. Kaluma ha risposto con un layup di guida e lo stato di San Diego si è raffreddato, mancando i suoi successivi 10 tiri, molti dei quali sui drive fino al cerchio. Ma gli Aztechi si sono appoggiati alla loro difesa e profondità, logorando i Bluejays dopo l’intervallo. Creighton ha tirato solo il 28% nel secondo tempo, inclusi 23 punti da record stagionale nel tempo. I Bluejays hanno mancato 10 dei loro tentativi da 3 punti nel tempo.

I genitori di Kaluma e Seiko, insieme alle loro due sorelle più giovani, sedevano qualche fila più indietro al centro del campo indossando magliette bianche personalizzate con la pallacanestro, i loghi di entrambe le scuole e i nomi ei numeri dei fratelli.

Dopo la partita, i loro due figli si sono abbracciati in una stretta di mano e Seiko ha detto a Kaluma che lo amava. Durante quel periodo, hanno anche dato l’esempio alle loro squadre, una delle quali ha tagliato le reti mentre l’altra si è sentita come se gli avesse tagliato il cuore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *