La polizia afferma che Bolsonaro anti-vax ha falsificato la tessera vaccinale prima del viaggio negli Stati Uniti

RIO DE JANEIRO – La polizia brasiliana ha raccomandato che l'ex presidente Jair Bolsonaro venga accusato di frode e associazione a delinquere, hanno detto le autorità martedì mattina, dopo aver cospirato con altri per falsificare una tessera di vaccinazione poco prima di entrare negli Stati Uniti alla fine del 2022.

Pochi giorni prima che Bolsonaro lasciasse la presidenza nel 2022, fu sconfitto Il presidente Luiz Inacio Lula da Silva, in un'elezione storicamente controversa, polizia False informazioni sono state inserite nel registro del ministero della Salute per rilasciare false tessere di vaccinazione a Bolsonaro e a sua figlia Laura.

Per stampare le carte è stato utilizzato un indirizzo IP del palazzo presidenziale, che Bolsonaro, che ha trascorso anni ricercando e promettendo di ottenere un vaccino contro il coronavirus, ha insistito fosse vaccinato contro il Covid-19.

Pochi giorni dopo, Bolsonaro si recò in Florida. All’epoca, gli Stati Uniti rifiutarono l’ingresso agli stranieri non vaccinati.

La raccomandazione della polizia avvicina Bolsonaro a un procedimento penale. Se condannato, rischia diversi anni di prigione.

Le accuse alimenteranno sicuramente ulteriori divisioni in Brasile, che da quattro anni è polarizzato dalla retorica focosa di Bolsonaro, dal negazionismo scientifico e dalle intransigenti politiche del governo conservatore.

Inaspriscono ulteriormente le norme legali che circondano il 68enne Bolsonaro è stato coinvolto in molteplici indagini penali e politiche da quando ha lasciato l’incarico. Il divieto è stato imposto venerdì per impedire a Jair Bolsonaro di candidarsi per otto anni – comprese le prossime elezioni presidenziali – dopo che i membri della giuria hanno affermato di sapere che aveva torto riguardo all’integrità dei sistemi di voto del paese.

READ  Perché l'accordo sul tetto del debito Biden-McCarthy sta facendo infuriare gli attivisti per il clima

La principale corte elettorale del Brasile lo scorso anno Inibizione dal contendere ufficio per almeno otto anni – Un periodo che include le elezioni presidenziali del 2026, hanno detto i giudici, aveva torto su ciò che sapeva sull’integrità dei sistemi di voto del paese. È stato nominato Il mese scorso, è stato oggetto di un’indagine federale per verificare se il suo governo avesse pianificato una presa militare del paese.

Bolsonaro, che ha negato di aver falsificato la sua tessera vaccinale, martedì non ha ancora commentato le accuse. Il suo avvocato, Fabio Wajngarten, lo ha difeso sul sito di social media X. Ha definito il caso della polizia “assurdo” e un “caso politico”. Ma Wajgarden non ha avanzato direttamente le accuse.

“Quando era presidente, era completamente esentato dal rilascio di qualsiasi tipo di certificato durante i suoi viaggi”, ha detto l'avvocato. “Si tratta di molestie politiche e del tentativo di prosciugare il suo enorme capitale politico, che sta crescendo”.

Durante il viaggio di Bolsonaro, gli Stati Uniti hanno esentato “le persone in viaggio diplomatico o ufficiale di un governo straniero” dall’obbligo di vaccinazione, secondo i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie.

Ma il ministero degli Esteri brasiliano, ora sotto Lula, ha dichiarato al Washington Post a maggio che Bolsonaro, che era ancora presidente quando è entrato negli Stati Uniti, non era in visita in occasione di lavori ufficiali del governo. Nessun incontro diplomatico pianificato.

In un rapporto investigativo ottenuto da The Post, la polizia sostiene che Bolsonaro fosse direttamente coinvolto nella frode. L'aiutante Mauro Cid, anch'egli incriminato dalla polizia, avrebbe detto alla polizia che Bolsonaro aveva ordinato a lui e a sua figlia di falsificare i registri delle vaccinazioni.

READ  Elezioni del Super Tuesday: Biden e Trump si chiudono per la rivincita di novembre

Cid ha detto agli investigatori di aver consegnato a Bolsonaro le nuove tessere di vaccinazione mentre si trovava nel palazzo presidenziale.

“Attraverso questo, queste persone sono state in grado di emettere i propri certificati e poi usarli per indebolire i controlli di sanificazione”, si legge nel documento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *