TARANTOTTIMISTA

TARANTOTTIMISTA: IL MIO PRIMO BAGNO

STEFANO ZIZZI
Scritto da STEFANO ZIZZI

Finalmente il mio primo bagno al mare. Ho piantato sulla sabbia la mia spiaggina-zaino cinese alle 20.16. Si lo so, è tardino, sia che per il giorno, che per l’orario, ma se si chiama “viale del tramonto” ci sarà un motivo, no? Iniziare la stagione balneare seduti nell’acqua al tramonto è una cosa troppo bella e onestamente mi piace anche cosi. Con le gru, dico; con le navi e le ciminiere che compongono uno skyline che nemmeno Renzo Piano. Non mi dite niente. Io Taranto la amo anche cosi. Anche se cominciano ad essere troppe le corrispondenze personali che ci fanno sprofondare nella preoccupazione di un esame positivo, smisurare la gioia di una rinascita o superare il dolore di una perdita.
Sono solo nell’acqua e mi arriva la musica di calm beach. Il mare: “chevelodicoafare”. E di fronte a questa mezzaluna con qualche luce in più verso la città, mi tuffo e penso che, senza dubbio, ciò che non ci possono portare via è il coraggio. Di non sentirsi delusi, onnipotenti o soli. Ho beccato una temperatura fantastica, sia a pelo d’acqua, che sotto, che all’uscita. Spero che la spiaggina da due euro non si arrugginisca, perché mangiare liquirizie ripiene da discount con i piedi nell’acqua è un massaggio ai sensi.
Un bambino sta facendo conoscenza con un baby turista e gli dice: “si, ma tu, sei mai nato a Taranto?” Mi ha addolcito anche le ossa, gli voglio bene.

In fondo ha ragione lui, solo chi nasce e vive a Taranto può capire tutto il bene che le vogliamo; ognuno con la propria onestà intellettuale, s’intende.

Abbiate coraggio, abbiamo coraggio.
Buona estate a tutti.

Comments

comments

Bio

STEFANO ZIZZI

STEFANO ZIZZI

Tarantino dal 1978, attore dal 2002, scrittore dal 2010. Presidente dell'Associazione culturale "ET2002" - Essere Tarantini Sempre, editrice di questo progetto editoriale. Un teatro da abitare, una donna da amare, lo stomaco per vivere, uno strumento da saper suonare, 100 euro al giorno... e poi sarà il migliore!

Commenta!