E Nvidia guida le vendite dopo il rapporto sui tagli ai chip AI negli Stati Uniti

(Bloomberg) – I titoli tecnologici sono scesi dopo che Nvidia Corp. ha riferito che Washington potrebbe chiudere le falle nelle vendite di potenti chip utilizzati per addestrare l’intelligenza artificiale in Cina, ostacolando le vendite nel principale mercato mondiale dei semiconduttori.

I più letti da Bloomberg

Nvidia, che ottiene circa un quinto delle sue azioni dalla Cina, è scesa fino al 3,2% nel trading after-hour a New York. Concorrente Advanced Micro Devices Inc. In calo di circa il 3%. Entrambi guidano il mercato dei chip fondamentali per lo sviluppo di modelli di intelligenza artificiale generativa come ChatGPT. In Cina, i trader hanno scaricato titoli legati all’intelligenza artificiale e Inspur Electronic Information Industry Co. e Unisplendour Corp. – ha spinto entrambi i principali fornitori di hardware – in calo del 10%.

Quest’anno Nvidia ha progettato chip a bassa capacità che rientrano in limiti che richiedono una licenza dal settore aziendale prima di poter essere esportati in Cina o in altri paesi. Washington si sta ora muovendo per espandere le sanzioni per includere quei semiconduttori a bassa potenza non appena il mese prossimo, ha riferito il Wall Street Journal, citando fonti anonime.

Una tale mossa sottolinea la determinazione dell’amministrazione Biden a contenere l’ascesa tecnologica della Cina e potrebbe alimentare le tensioni tra i due paesi. Gli Stati Uniti sono sempre più preoccupati per le ambizioni tecnologiche di Pechino, compreso il suo uso dell’intelligenza artificiale nei progressi militari e scientifici che potrebbero far pendere l’equilibrio geopolitico.

Sebbene ciò possa danneggiare il business di Nvidia e AMD con l’economia n. 2 al mondo, i due produttori di chip sono in prima linea nello sviluppo dell’IA, guidando gli investimenti dagli Stati Uniti all’Europa e alla Cina. Microsoft Corporation a Baidu Inc. E dallo sviluppatore di ChatGPT OpenAI, le aziende di tutto il mondo stanno acquistando i loro prodotti per addestrare la prossima generazione di servizi di intelligenza artificiale.

READ  Caso di omicidio di Alex Murdock: l'ex avvocato affronta il secondo giorno di controinterrogatorio sugli omicidi di moglie e figlio del 2021

Leggi anche: Miliardari e burocrati radunano la Cina per la corsa dell’IA con gli Stati Uniti

I funzionari statunitensi stanno valutando se limitare il noleggio di servizi cloud alle aziende cinesi di intelligenza artificiale che hanno utilizzato tali piattaforme per addestrare i loro modelli, ha riferito il Journal, citando persone che hanno familiarità con le discussioni. Amazon.com Inc. e Microsoft sono i maggiori fornitori di servizi cloud al mondo. Nvidia ha rifiutato di commentare il rapporto del Journal.

“Le società di intelligenza artificiale cinesi possono anche ottenere chip di intelligenza artificiale specializzati da paesi terzi. Quindi, penso che sarà difficile per gli Stati Uniti far rispettare le normative”, ha affermato Robert Lea, analista di Bloomberg Intelligence. impatto a lungo termine dal prenderlo.”

Leggi anche: Nvidia nasce da un’idea di ChatGPT e si unisce al club da mille miliardi di dollari

Il produttore di chip più prezioso al mondo detiene oltre l’80% del mercato dei cosiddetti chip acceleratori per data center e opera secondo regole che richiedono l’approvazione per esportare i suoi componenti A100 e H100 più recenti in Cina. È riuscita a mitigare parzialmente l’impatto sulle sue finanze vendendo una versione modificata dell’A100 che era più lenta nell’accesso ai dati.

L’acceleratore AI è il processore grafico o GPU. È più adatto a tali compiti rispetto a una CPU generica perché la sua architettura può eseguire lavori paralleli su blocchi di grandi dimensioni. Nvidia è stata la prima a inventare un linguaggio per le GPU per eseguire attività di intelligenza artificiale, dandogli un grande vantaggio rispetto a rivali come AMD e Intel Corp.

AMD è soggetta a regole preliminari annunciate lo scorso agosto. Mentre il più piccolo concorrente di Nvidia è emerso in gran parte non influenzato dal divieto, Nvidia ha affermato che le restrizioni gli sono costate $ 400 milioni nel trimestre.

READ  Papa Francesco è stato dimesso da un ospedale di Roma dopo un intervento chirurgico

Vey-Sern Ling, direttore esecutivo di Union Bancaire Privee, ha affermato che il rapporto “potrebbe aver ferito i sentimenti di oggi”.

(Aggiornamenti dalla seconda colonna con la reazione del mercato asiatico)

I più letti da Bloomberg Businessweek

©2023 Bloomberg LP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *