Le nuove regole sui chip cinesi potrebbero costare a Nvidia $ 3 miliardi Acquista una mancia azionaria.

Nvidia rischia di trovarsi nel mirino delle nuove regole statunitensi sulle esportazioni di chip di intelligenza artificiale in Cina. Ciò potrebbe prepararlo e altri produttori di chip per una vittoria multimiliardaria tra le crescenti tensioni in un’importante Guerra Fredda tecnologica.

I produttori di chip stanno giocando un ruolo chiave nello sviluppo della tecnologia AI che potrebbe trasformare il nucleo della recente frenesia del mercato. Aziende come Nvidia (ticker: NVDA) sono particolarmente vulnerabili alle pressioni geopolitiche, tra le preoccupazioni degli Stati Uniti sulla potente intelligenza artificiale nelle mani della Cina. Ma la dinamica della domanda inversa significa che gli investitori non devono preoccuparsi troppo.

L’amministrazione Biden sta prendendo in considerazione nuove restrizioni alla vendita di chip utilizzati nell’intelligenza artificiale ai clienti cinesi come parte di un’espansione delle regole finali annunciate lo scorso ottobre. Lo riporta il Wall Street Journal, citando fonti anonime. Il rapporto afferma che il settore delle imprese potrebbe vedere mosse entro l’inizio di luglio per interrompere le spedizioni da Nvidia, Advanced Micro Devices (AMD) e altri verso la Cina e altri mercati senza prima ottenere una licenza.

L’anno scorso la Casa Bianca ha introdotto regole volte a limitare le capacità di intelligenza artificiale della Cina e ha spinto Nvidia a sviluppare versioni a prestazioni inferiori dei suoi chip per il mercato cinese, ma le nuove restrizioni vieterebbero anche la vendita di quei chip senza licenza, afferma il rapporto. disse.

Né Nvidia né AMD hanno risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Pubblicità – Scorri per continuare

La Cina è un mercato importante per i semiconduttori e le nuove regole rischiano di essere un ostacolo per le scorte di chip, uno dei maggiori beneficiari di un recente boom di investimenti incentrato sulle società esposte all’intelligenza artificiale.

READ  Colts QB Anthony Richardson fa un grande swing

Mercoledì le azioni di Nvidia sono scese del 3% negli scambi pre-mercato negli Stati Uniti, mentre le azioni di AMD sono scese del 2,7%. Le azioni di Micron Technology (MU) hanno perso lo 0,8% dopo che Pechino ha vietato la vendita di alcuni dei suoi prodotti a clienti chiave a maggio. I ribassi hanno pesato sul mercato più ampio, seguendo i futures


S&P 500

E


Nasdaq

Basso.

“Con un aggiornamento sui controlli sulle esportazioni ora previsto, gli investitori valuteranno quanto saranno restrittive le nuove regole per le vendite dei produttori di chip”, ha affermato Susanna Streeter, analista presso il broker Hargreaves Lansdowne.
,

ha scritto in una nota mercoledì. “Una manciata di aziende tecnologiche ha un grosso pugno a Wall Street a causa delle loro dimensioni, quindi qualsiasi oscillazione della fiducia si riverbera negli indici”.

Pubblicità – Scorri per continuare

È probabile che le scorte di chip subiscano una maggiore pressione di vendita a breve termine. Questa potrebbe effettivamente essere un’opportunità per gli investitori in Nvidia, che quest’anno è cresciuta di oltre il 185%.

“Stimiamo che le vendite di data center in Cina siano comprese tra il 5 e il 10% delle vendite totali di data center di $ 30 miliardi quest’anno”, ha scritto l’analista di Citi Atif Malik in una nota di martedì. “Nel complesso, riteniamo che quest’anno la domanda di intelligenza artificiale supererà l’offerta e Nvidia sarà in grado di spostare i suoi chip”.

Malik ha ribadito la sua valutazione di acquisto su Nvidia, anche se l’impatto dei 400 milioni di dollari di vendite in Cina che la società ha descritto l’anno scorso, che non è stato ancora aggiornato, sarà molto più alto ora che la domanda è aumentata. L’analista ha aggiunto che Nvidia potrebbe commentare l’argomento quando i dirigenti rilasceranno commenti sull’intelligenza artificiale mercoledì.

L’opportunità di acquisto in ribasso potrebbe non durare a lungo o, a seconda di come il mercato reagisce a qualsiasi aggiornamento di Nvidia, potrebbe esserci una finestra più ampia.

Scrivi a Jack Denton a jack.denton@barrons.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *