La missione SpaceX inizia con un ex astronauta della NASA e tre clienti paganti

Nota dell’editore: Iscriviti alla CNN Newsletter sulla scienza della teoria delle meraviglie. Esplora l’universo con notizie su scoperte affascinanti, scoperte scientifiche e altro ancora



Cnn

Un razzo SpaceX è decollato domenica pomeriggio dalla Florida a bordo di un ex astronauta decorato della NASA e tre clienti paganti. L’equipaggio ha trascorso una settimana sulla Stazione Spaziale Internazionale.

La loro missione, messa insieme da Axiom Space con sede a Houston, segna la seconda missione tutta privata verso l’avamposto orbitale. La missione, chiamata AX-2, entrerà nella storia quando la ricercatrice di cellule staminali Rayana Barnawi, dell’Arabia Saudita, diventerà la prima donna nello spazio.

Gli equipaggi sono saliti a bordo di un razzo SpaceX domenica pomeriggio mentre i funzionari meteorologici monitoravano da vicino i temporali. Mentre la Florida entra nella sua stagione delle piogge estive, trovare condizioni ideali per il lancio di razzi può essere un po’ una sfida.

Tuttavia, i funzionari meteorologici alla fine hanno dato il via libera al lancio, anche se il razzo Falcon 9 di SpaceX ha preso vita ruggendo, mandando in orbita la capsula Crew Dragon e i suoi quattro passeggeri.

Il team dovrebbe trascorrere le prossime 16 ore a bordo della Crew Dragon mentre vola liberamente nell’orbita terrestre, effettuando attente manovre per attraccare con la Stazione Spaziale Internazionale. Il veicolo spaziale dovrebbe attraccare con il laboratorio orbitante alle 9:24 di lunedì.

La missione AX-2 fa parte di una serie di missioni che Axiom Space e la NASA sperano continueranno a incoraggiare la partecipazione del settore privato al volo spaziale, specialmente nell’orbita terrestre bassa, dove si trova la stazione spaziale.

Il team AX-2 è guidato dall’ex astronauta della NASA Peggy Whitson, 63 anni, ora dipendente Axiom. Con questa missione, Whitson divenne la prima donna a comandare un’astronave privata.

READ  I prezzi della zona euro scendono all'8,5% poiché gli aumenti dei tassi segnalati dalla BCE non sono finiti.

Uno dei tre clienti paganti a cui si unisce è John Shofner, un americano che ha fatto fortuna nel settore delle telecomunicazioni internazionali e ha fondato Dura-Line Corp, un’azienda di hardware.

L’Arabia Saudita ha inviato due cittadini a volare: Barnawi e Ali Alkarni, un pilota di caccia della Royal Saudi Air Force.

“Sono molto orgoglioso e felice di rappresentare i sogni e tutte le speranze di tutte le persone in Arabia Saudita e di tutte le donne a casa”, ha detto Barnawi. disse I giornalisti la scorsa settimana.

Dopo l’attracco della capsula Crew Dragon all’inizio di lunedì, l’equipaggio dell’AX-2 si unirà a sette astronauti già sulla stazione spaziale.

I passeggeri dell’AX-2 lavoreranno con i membri dell’equipaggio esistenti per circa otto giorni. Durante quel periodo, lavoreranno attraverso una serie di oltre 20 indagini e progetti scientifici, tra cui cellule staminali e altri. Ricerca biomedica.

Questo segna il primo ritorno nello spazio di Whitson dal 2017. La sua vasta esperienza sulla stazione lo ha reso il detentore del record americano per la maggior parte dei giorni registrati nello spazio, e si colloca all’ottavo posto nella lista di tutti i tempi.

Whitson ha volato su una navicella spaziale russa Soyuz e sullo space shuttle della NASA, ma la preparazione per questa missione è stata “ovviamente diversa”, poiché includeva l’addestramento per pilotare il Crew Dragon di SpaceX, che farà volare solo gli astronauti dal 2020, ha detto.

“Una delle maggiori sfide per me è stata imparare questo particolare veicolo spaziale”, ha detto. “Ma mi sono davvero divertito.”

Barnawi e Alkarni sono il secondo e il terzo saudita a viaggiare nello spazio. Il primo è stato Il principe sultano bin SalmanNel 1985, ha trascorso circa una settimana sullo space shuttle della NASA.

READ  Justin Verlander vince sui Marlins entrando nella lista degli infortunati

Sebbene le relazioni tra Stati Uniti e Arabia Saudita rimangano forti, l’Arabia Saudita ha dovuto affrontare una raffica di critiche da parte dell’amministrazione Biden e del Congresso per la sua situazione in materia di diritti umani.

Alkarni ha affermato di ritenere che la partecipazione araba ai viaggi nello spazio sia una “grande opportunità” per promuovere la regione.

Contiene un grande messaggio. … Ci stiamo tenendo per mano, stiamo lavorando insieme per il miglioramento dell’umanità e stiamo cercando di innovare “, ha detto durante una conferenza stampa la scorsa settimana.

Non è la prima volta che individui vanno nello spazio. Una società chiamata Space Adventures ha mediato diversi viaggi simili alla stazione spaziale nei primi anni 2000, prenotando viaggi a bordo della navicella spaziale russa Soyuz per ricchi amanti del brivido.

Axiom ha portato quel modello di business negli Stati Uniti, collaborando con SpaceX per costruire un framework per portare una linea di clienti alla stazione spaziale. La prima missione della compagnia, AX-1, è stata lanciata nell’aprile 2022 ed è stata la prima volta che una stazione spaziale civile privata ha viaggiato dal suolo statunitense.

L’obiettivo di Axiom è rendere questi viaggi una routine offrendo agli astronauti non professionisti maggiori opportunità di sperimentare i viaggi nello spazio. Durante una conferenza stampa di anteprima, Derek Hassmann, capo del coordinamento e delle operazioni della missione di Axiom Space, ha affermato che la sua azienda si aspetta più clienti sponsorizzati dal governo come i passeggeri dell’AX-2 dall’Arabia Saudita.

“Gli astronauti del governo sono davvero una parte fondamentale del nostro piano aziendale”, ha affermato. “All’inizio del programma… non ci era chiaro quale sarebbe stato l’equilibrio tra privati ​​e astronauti governativi perché non era mai stato fatto nulla del genere. Ma il governo… ci è diventato chiaro che il mercato è importante e lo stiamo seguendo seriamente.

READ  Supermoon di luglio: quando e come vedere il Buck Moon

La leadership di Axiom prevede che il volo spaziale privato continui dopo il ritiro della stazione spaziale, che la NASA prevede avvenga negli anni ’30. Uno Molti Stati Uniti Le aziende stanno sparando per esso Costruisci una nuova stazione spaziale di proprietà privata. È un’iniziativa sostenuta dalla NASA che mira a promuovere la partecipazione del settore privato più vicino a casa in modo che l’agenzia possa concentrarsi sugli investimenti nell’esplorazione dello spazio profondo.

L’equipaggio dell’AX-2 lavorerà a fianco di astronauti professionisti sulla stazione spaziale, sebbene opereranno secondo orari diversi. Una volta a bordo, si affideranno all’equipaggio esistente per mostrare loro le corde, compresa la cucina e il bagno. Secondo Hausmann, alcune aree, come la camera di equilibrio utilizzata dagli astronauti per condurre le passeggiate nello spazio, saranno vietate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *